Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca

Noemi, i detenuti le donano un quadro con una principessa e una preghiera

Pubblicato

in



Fair Play con i detenuti dedicato a , polizia penitenziaria del carcere di Secondigliano e associazioni le fanno visita in ospedale. Tutti insieme per solidarietà: con questo spirito gli organizzatori del quadrangolare che si è svolto ieri al Centro sportivo Andrea Capasso di via Limitone d’Arzano, hanno incontrato i medici dell’ospedale Santobono, dove è ricoverata la bimba rimasta ferita in una sparatoria a piazza Nazionale il 3 maggio. «Nell’occasione – spiega la promotrice del Fair Play Franca Lovisetto, della E-Vent, giunta in ospedale insieme ad Antimo Cicala, commissario capo della polizia penitenziaria e comandante del reparto di Secondigliano, al cappellano del carcere don Giovanni Russo e a Piermassimo Caiazzo, dell’associazione O.C.C.T. – abbiamo incontrato i genitori di Noemi, a cui abbiamo donato un quadro raffigurante la principessa Cenerentola realizzato dai detenuti del carcere di Secondigliano con una lettera e una preghiera che hano scritto per la piccola in cui le esprimono solidarietà e vicinanza per quanto accaduto: è stato un momento molto toccante e carico di significato». I volontari hanno inoltre donato al reparto pediatrico un libro di fiabe e un altro quadro e hanno consegnato alla famiglia della bimba di quattro anni una medaglia e una targa in ricordo del Fair Play dedicato a Noemi contro ogni forma di violenza e bullismo, che ha visto partecipare le scuole elementari di Secondigliano, in particolare la Marta Russo, che ha inviato a Noemi un palloncino a forma di cuore da parte degli alunni partecipanti al progetto. Infine la polizia penitenziaria ha consegnato al dirigente sanitario del nosocomio e al primario del reparto dove è ricoverata la piccola un crest della polizia penitenziaria «in segno di ringraziamento per il prezioso lavoro sanitario che svolgono quotidianamente per i bambini», ha detto Cicala.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Nera

Ercolano, bomba alla rivendita di bibite: danni al furgone

Pubblicato

in

ercolano bomba

Ercolano, bomba alla rivendita di bibite: danni al furgone. Indagini dei Carabinieri sulla matrice dell’attentato.

 

Un ordigno artigianale e’ stato fatto esplodere questa mattina intorno alle 8.30 all’interno di una rivendita all’ingrosso e al dettaglio di bibite in via Luigi Palmieri, 50 a Ercolano. L’esplosione non ha provocato feriti ma ha danneggiato un furgone della ditta, parcheggiato all’interno della struttura. Sull’episodio indagano i Carabinieri della tenenza locale.

Il titolare è stato sentito a sommarie informazioni dai carabinieri e ha riferito di non aver ricevuto mai minacce ne richieste estorsive. I carabinieri stanno cercando elementi utili alle indagini per risalire agli attentatori anche attraverso la visione delle immagini delle telecamere pubbliche e private della zona.

 

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Napoli, ferito per motivi di viabilità: muore un mese dopo in ospedale

Pubblicato

in

Era stato ferito l’8 agosto scorso a colpi di pistola dopo un banale litigio per motivi di viabilità e la notte scorsa Salvatore Marangio è morto all’ospedale San Giovanni Bosco.

 

La vittima, 34 anni originario del Buvero e legato al clan Contini, la notte in cui rimase ferito doveva essere agli arresti domiciliari.Gli investigatori, che sul posto della sparatoria ritrovarono 3 bossoli di una pistola calibro 9×21, stanno seguendo la pista della lite per motivi di viabilità ma non escludono altre legate proprio alla camorra e a un probabile “avvertimento” poi diventato omicidio.

Si stanno cercando i riscontri si una lite avvenuta poco prima della sparatoria con un giovane automobbilista pure lui legato al clan Contini. Ma l’omertà della zona non aiuta gli investigatori.

 

Continua a leggere



Le Notizie più lette