Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Italia

La Camera approva la proposta di legge che reintroduce l’insegnamento dell’educazione civica. Ora passa al Senato

Pubblicato

in



Roma. La approva la proposta di per la reintroduzione dell’ dell’ Introduzione nelle scuole (primo e secondo ciclo) dell’insegnamento dell’educazione civica, con un numero di ore non inferiore a 33 annue, da svolgersi nell’ambito del monte orario obbligatorio previsto dagli insegnamenti vigenti. L’educazione civicasarà quindi un insegnamento trasversale, che coinvolgerà le varie materie previste. L’insegnamento è affidato, anche in contitolarità, ai docenti della classe, utilizzando le risorse dell’organico dell’autonomia. E’ quanto prevede il provvedimento chè è stato approvato oggi dalla Camera con voto bipartisan (451 sì, nessuno contrario e tre astensioni). Il testo, frutto dell’unificazione di diverse proposte di legge, passa ora all’esame del . L’insegnamento dell’educazione civica partirà dal primo anno scolastico successivo a quello dell’entrata in vigore della legge. E’ previsto il voto in pagella, la prova d’esame e la formazione del corpo docente. Con l’educazione civica i ragazzi studieranno la Costituzione, le istutuzioni dello Stato italiano e dell’Unine europea, l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, l’educazione alla cittadinanza digitale, gli elementi fondamentali di diritto, con particolare riferimento al diritto del lavoro, l’educazione alla legalità. Di particolare rilievo è l’educazione alla cittadinanza digitale, volta a sviluppare la capacità di analisi e la conoscenza delle fonti e dei contenuti digitali, la conoscenza dei diversi strumenti per ottimizzarne l’uso, delle norme comportamentali da osservare nell’utilizzo delle tecnologie digitali, delle politiche sulla tutela della riservatezza. Il presidente della Camera, Roberto Fico, scrive su Facebook: “La Camera ha approvato la legge che introduce l’insegnamento dell’educazione civica a scuola. Nessun voto contrario per un provvedimento voluto da tutte le forze politiche, che ora passa al Senato. Tra i vari temi di apprendimento per sensibilizzare a una cittadinanza responsabile ci sono – aggiunge – lo studio della Costituzione, il focus sull’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, l’educazione ambientale”.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Scendono sotto i 10mila i contagiati in Italia ma con 50mila tamponi in meno

Pubblicato

in

Scendono sotto i 10 mila i casi di positivita’ al coronavirus. Nelle ultime 24 ore i contagiati sono stati 9.338. Si tratta del primo calo da una settimana. I tamponi effettuati sono stati 98.862. I deceduti sono 73. Lo rende noto il bollettino del ministero della Salute.

 

In calo, come ogni lunedi’, casi e tamponi nelle 24 ore in Italia: sono 9.338 i nuovi positivi (ieri 11.705), ma con 98.862 tamponi eseguiti, 48mila meno di ieri. 423,578 i casi totali dall’inizio dell’epidemia. In salita i decessi, che arrivano a 73 (ieri 69), per un totale di 36.616. Ancora balzo dei ricoveri, con 47 terapie intensive in piu’ (ieri 45), arrivate a 797 totali, mentre i ricoveri ordinari sono 545 in piu’ (ieri 514), per un totale di 7.676. Grazie al sospetto diagnostico sono stati individuati fino ad oggi 310.881 nuovi casi mentre le attività di screening ne hanno trovati 112.697. Sono 7676 (+545 rispetto a ieri) i ricoverati con sintomi negli ospedali italiani, 797 (+47 rispetto a ieri) persone sono ricoverate nelle terapie intensive, mentre 125.530 (+7174 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare. E’ quanto emerge dal bollettino del Ministero della Salute Iss. Complessivamente oggi sono positive 134.003 persone (+15.647 rispetto a ieri)

La Lombardia, con 1687 nuovi casi, e la Campania, con 1593 nuovi casi sono le regioni con il maggior numero di contagi Covid-19. E’ quanto emerge dal bollettino del Ministero della Salute Iss. In Toscana si registrano 986 nuovi casi, nel Lazio 939, in Piemonte 933. La regione con il minor numero di casi è la Basilicata, con 22 nuovi positivi.

Continua a leggere

Le Notizie più lette