Camorra, nuovo colpo al clan Vastarella: vanno in carcere tre fedelissimi del boss

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Camorra, nuovo colpo al clan Vastarella: vanno in carcere tre fedelissimi del boss. Nella mattinata odierna, su disposizione della Direzione Distrettuale Antimafia, la Squadra Mobile ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari nei confronti di CAPOCELLI Salvatore, nato a Napoli il 22/9/1974, KORKOI Mike, nato a Capua (CE) l’ 1/10/1991, STELLA Raffaele, nato a Napoli il 07.05.1963, affiliati al clan Vastarella, ritenuti responsabili, insieme a Patrizio ed Antonio Vastarella, già colpiti da precedente ordinanza, del reato di associazione per delinquere finalizzata alla detenzione e alla cessione di sostanza stupefacente con l’aggravante di aver commesso il fatto avvalendosi delle condizioni previste dall’art. 416 bis, nonché al fine di agevolare l’attività dell’associazione camorristica anzidetta.

Il provvedimento restrittivo eseguito questa mattina costituisce l’epilogo di un’articolata attività d’indagine che già in data 3 marzo 2018 aveva portato all’esecuzione di un’altra ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti di 18 soggetti, tra promotori e affiliati del clan Vastarella che aveva imposto la propria leadership nel quartiere Sanità, ricorrendo frequentemente all’uso della forza – anche mediante l’allontanamento fisico dalle proprie abitazioni di soggetti ritenuti affiliati o contigui alle organizzazioni criminali rivali – e delle armi, rendendosi protagonista di scorribande armate all’interno del popoloso quartiere napoletano, in ogni ora del giorno e della notte.

Di recente gli indagati, oggi raggiunti da ordinanza cautelare, sono stati condannati, a seguito di giudizio abbreviato, per la loro affiliazione al clan Vastarella.



    L’attività investigativa, fondata su attività di intercettazione ambientale e telefonica oltre che sul contributo dichiarativo di recenti collaboratori di giustizia, ha consentito di delineare il ruolo degli odierni indagati: in particolare STELLA Antonio aveva il compito di rifornire le piazze di spaccio mentre CAPOCELLI Salvatore e KORKOI Mike erano addetti alla vendita di hashish e cocaina sulle piazze di spaccio direttamente gestite dal clan Vastarella nel quartiere Sanità.







    LEGGI ANCHE

    Traffico illecito di rifiuti: arrestati funzionario della Regione Campania e 14 imprenditori

    C'è anche un funzionario della Regione Campania tra i 16 arrestati nell'inchiesta congiunta di Dia e Noe sul traffico illecito di rifiuti tra Campania e Tunisia. Le indagini sono partite da Polla, in provincia di Salerno, per poi coinvolgere i vertici della Regione Campania. Oltre ai funzionari coinvolti, diversi imprenditori del settore rifiuti sono stati posti in stato di fermo. Sono stati sequestrati beni di almeno tre aziende attive nello stoccaggio di rifiuti. L'indagine ha preso...

    Qualiano, 15enne in giro con tirapugni, coltello e proiettile

    Un 15enne di Qualiano è stato denunciato per il possesso di armi dopo essere stato fermato dai carabinieri in sella a uno scooter senza assicurazione. Durante un controllo alla circolazione, i militari hanno scoperto un tirapugni, un coltello a scatto di 21 centimetri e 49 cartucce a salve nascoste nel sottosella del veicolo. Il giovane, che era in compagnia di un amico,  è stato trovato particolarmente nervoso al momento dell'arresto. Il materiale è stato sequestrato insieme allo...

    Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

    Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE