Cronaca Napoli

Arresti a Napoli, Salvini esulta. Morra (M5S): “Pensi di più alla città”



arresti a napoli




Napoli. Esulta il ministro dell’Interno Matteo Salvini dopo la brillante operazione congiunta tra carabinieri e polizia che ha portato a 12 persone in carcere dopo l’agguato nei pressi di una scuola nel quartiere San Giovanni a Teduccio dove morì un esponente del clan locale. Lo Stato è più forte dice Salvini. “Dodici arresti a Napoli: cinque esponenti del clan Formicola e sette del clan D’Amico. Complimenti a Polizia e Carabinieri per i velocissimi arresti di questi camorristi che hanno sparato per le vie di Napoli. È una risposta concreta: lo Stato c’è, si fa sentire, non dà tregua ai boss. Ed episodi come quello di ieri non resteranno impuniti. Vinceremo noi”. Parla anche Nicola Morra, presidente della Commissione Antimafia che polemizza ed attacca il titolare del Viminale. “Bimba di 4 anni – scrive Morra – con polmoni perforati per sparo in piazza. Un morto davanti una scuola tempo fa. Brutalità di CCamorra vigliacca. Piuttosto che terrorizzare sui migranti o visitare muri titolare Viminale si occupasse di contrasto alla mafia”.

Google News

Il figlio di Bidognetti si dissocia dal clan e parla con la Dda

Notizia precedente

Minore disabile denudato, legato ad un palo e rapinato. Chiuse le indagini su un gruppo di bulli

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..