Operai napoletani morti nel Milanese: indagati due responsabili della Cefi di Casoria

SULLO STESSO ARGOMENTO

Prime iscrizioni nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Milano sull’incidente sul lavoro che ieri ha causato due morti a Pieve Emanuele, nel Milanese, dove due operai che lavoravano in un cantiere vicino alla ferrovia sono rimasti schiacciati da una lastra. Salvatore Borriello, 47 anni di Torre del Greco e il suo collega Salvatore Palumbo, 55 anni, di Ercolano. Erano dipendenti della Cefi di Casoria. Da quanto si è saputo, nell’indagine, coordinata dal pm Maura Ripamonti del dipartimento guidato dall’aggiunto Tiziana Siciliano, sono state iscritte al momento due persone, i responsabili della Cefi, ditta di Casoria che aveva avuto l’appalto da Rfi per costruire una barriera che isolasse i binari ed evitasse che i tanti lavoratori in transito alla stazione di Pieve Emanuele camminassero lungo la ferrovia per poi dirigersi attraverso i campi verso il vicino polo industriale di Siziano. L’accusa nei loro confronti è di omicidio colposo. Al vaglio delle indagini, condotte dalla squadra di polizia giudiziaria e dalla Polfer, ci sono anche altre posizioni e ci potrebbero essere a breve altre iscrizioni.



Torna alla Home

Operaio in nero morto a Scafati: 5 indagati

Sono cinque gli indagati per la morte del giovane operaio Alessandro Panariello, il 21enne operaio di Poggiomarino travolto ed ucciso da una lastra di acciaio che stava sollevando con una carrucola in un cantiere edile di via Melchiade a Scafati. La famiglia attraverso gli avvocati Gennaro Caracciolo e Agostino Russo...

SCIAME SISMICO CAMPI FLEGREI: 160 scosse, altre 18 nella notte

Napoli, Dalle 19:51 di ieri fino alle 5:29 di questa mattina, lo sciame sismico in corso nell'area dei Campi Flegrei ha registrato circa 160 eventi, il più forte dei quali di magnitudo 4.4, all'interno della Solfatara. Lo rende noto l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). Solo nella notte si...

CRONACA NAPOLI