Costiera Vesuviana candidata a Regione Gastronomia Europea

Associazioni, imprenditori, scuole, istituzioni e cittadini: tutti uniti per la candidatura a Regione Gastronomica Europea dei sei comuni del Napoletano che compongono la fascia Costiera Vesuviana. Portici, Ercolano, Torre del Greco, Torre Annunziata, Castellammare di Stabia e Vico Equense fanno rete per raggiungere un unico obiettivo: rendere le specialita’ territoriali e soprattutto gastronomiche un punto comune sul quale fare leva per puntare al prestigioso traguardo nel 2020. La proposta, lanciata nel corso della recente Borsa Mediterranea del Turismo di NAPOLI dalla rete di imprese Great Vesuvio e da Artesa srls, entra nel vivo con una serie di iniziative che interesseranno le citta’ coinvolte. La prima e’ in programma domani, quando sei ristoranti (uno per citta’) proporranno un piatto segnato in menu con l’hashtag #worldfoodtravelday: portate che ogni chef ha individuato per dare il senso del luogo, quello cioe’ maggiormente identificativo grazie alle materie prime utilizzate e legato alle tradizioni locali. Tante le manifestazioni in programma fino all’estate per promuovere la candidata della Costiera Vesuviana a Regione Gastronomica Europea 2020: ”Abbiamo deciso di proporre – spiega Ciro Iengo di Artesa – laboratori e dibattiti che mettano al centro le tradizioni e i sapori di un’area unica in tutti i sensi, in particolare nella gastronomia e nelle potenzialita’ turistiche. I primi riscontri, in termini di adesioni, sono confortanti. Ora contiamo di avvicinare sempre piu’ forze sane”. ”L’obiettivo – gli fa eco Roberto Iodice di Great Vesuvio – e’ di fare della Costiera Vesuviana quello che oggi sono la Costiera Sorrentina e quella Amalfitana, note nel mondo non solo per la bellezza di una singola citta”’.

Contenuti Sponsorizzati