Camorra, il capo dei ‘Barbudos’ al carcere duro

Il ministero della Giustizia ha deciso di mettere al carcere duro il boss Antonio Genidoni, capo dei ‘Barbudos’ del rione Sanità e protagonista della sanguinosa faida con i Vastarella e con i Lo Russo. Genidoni in carcere dal luglio del 2017 è il figliastro dell’ex boss del rione Sanità, Pierino Esposito ucciso dai Lo Russo. Fu arrestato a Milano insieme con la mamma, Dora Spina, parente dei Sequino, la moglie Vincenza Esposito e il cugino Emanuele Esposito. Stavano progettando l’ennesima strage contro i Vastarella dopo quella che avevano compiuto alla Fontanelle nel mese di aprile dopo la risposta dei nemici con il duplice omicidio avvenuto a Marano di padre e fratello di Emanuele Esposito. In settimana Antonio Genidoni sarà trasferito nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo in provincia di Udine.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati