Caserta, Juve Stabia: ‘Dobbiamo ripartire dalla prestazione del secondo tempo’

Il tecnico della Juve Stabia, Fabio Caserta commenta così il pareggio nell’emozionante derby contro la Caveser: “Per come è andata, meritavamo anche la vittoria. È stata una partita anche bella da vedere, loro sono una squadra in salute che ci ha messo in difficoltà. Siamo andati sotto per un errore individuale che può capitare, ma la squadra ha reagito bene creando tante palle goal, meritavamo il terzo goal. Vediamo le cose positive, la squadra sta bene ed è viva, questa è la cosa che più mi interessa. Adesso dobbiamo pensare a ripartire da questa prestazione. Troest ha giocato con le infiltrazioni, Mezavilla ha preso un colpo e correva male, quindi abbiamo dovuto sostituirlo e cambiare modulo. Schiavi è stato molto bravo, la Cavese nel secondo tempo non ha creato nulla. La Cavese ci ha messo in difficoltà perché avevamo la difesa tutta nuova, loro erano molto bravi con i tagli dei loro attaccanti veloci. La Cavese ha sfruttato bene le ripartenze. Nel secondo tempo siamo andati meglio con il cambio di modulo. Germoni e Schiavi hanno fatto molto bene con entrambi i moduli. È stato bellissimo vedere entrambe le tifoserie incoraggiare le squadre, è stata una bellissima partita. Io credo che la squadra possa fare bene con entrambi i moduli, nella ripresa avevamo tanti giocatori offensivi in campo. Cambiare sempre mette confusione, ma abbiamo certezze sia con uno che con l’altro modulo. Il calcio da ragione a chi non gioca: oggi mi si chiede perché non ha giocato Elia dal primo minuto mentre qualche gara fa succedeva il contrario. Elia potrebbe soffrire la pressione partendo titolare, fa più la differenza quando subentra. Di Roberto stava benissimo in settimana, per le sue caratteristiche è quello che poteva dare più fastidio di tutti alla Cavese. Il calcio è così, oggi mi si chiede perché non ho schierato Melara. Nel reparto difensivo siamo veramente pochi, speriamo che per Mezavilla sia solo una botta e che in settimana riusciamo a recuperare qualcuno. Abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo. Nel secondo tempo abbiamo subito una sola ripartenza. Purtroppo quando sbaglia il portiere è quasi sempre goal, ma va bene così. Schiavi può fare anche il centrale di destra, Germoni è più terzino. La squadra ha lottato su ogni pallone, il campionato si deciderà a maggio. Mancano 7 partite. La continuità può essere il fattore decisivo a nostro favore. Quello di oggi era un derby molto sentito. Se il Trapani vincerà tutte le partite e noi no, alla fine li applaudiremo. Ora calcoli io non ne faccio. Oggi poteva anche arrivare la sconfitta, un episodio poteva cambiare tutto”.

 Ivano Cotticelli

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati