Camorra e Mafia: focus all’Università Vanvitelli su Don Diana e don Pino Puglisi

SANTA MARIA CAPUA VETERE (CASERTA), 19 MAR – Per dare  una testimonianza a tutti i ragazzi che oggi frequentano gli Istituti superiori e l’Università, di chi erano don Peppe Diana (ucciso a Casal di Principe il 19 marzo del ’94) e don Pino Puglisi (ucciso a Palermo nel ’93), il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Unicampania «Luigi Vanvitelli» ha organizzato un incontro per il 22 marzo prossimo nell’ambito dello Stage di Diritto penitenziario e Giurisdizione di sorveglianza organizzato dal prof. Mariano Menna (ordinario di diritto processuale) e dal Garante regionale dei detenuti, prof. Samuele Ciambriello, coadiuvati dalla dottoressa Mena Minafra, responsabile del progetto «C’e’ tempo». L’appuntamento è alle 15 nell’aulario di via Perla, a Santa Maria Capua Vetere. Ne parleranno il Presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Gabriella Maria Casella, il Procuratore capo di Trapani, Alfredo Morvillo (fratello di Francesca, moglie di Giovanni Falcone), Il Consigliere di Cassazione Raffaele Magi, il Presidente della Fondazione Polis don Tonino Palmese ed il prof. Giuseppe Riccio, Emerito di Procedura penale della Università di Napoli Federico II; introdurrà i lavori l’ avv. Romolo Vignola, Presidente della locale Camera Penale. Interverranno il musicista Marco Zurzolo, gli attori Corrado Taranto e Andreina Raucci ed il  fotoreporter Giovanni Izzo. Invitati i fratelli di don Diana, il testimone oculare Augusto Di Meo e Sebastiano Mangiameli, amico di don Diana. Saluti del Rettore Giuseppe Polisso, del sindaco Antonio Mirra, del prof. Lorenzo Chieffi e dei presidenti degli organismi forensi.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati