Maxi blitz contro i Casalesi infiltrati in Veneto: 50 arresti e 11 obblighi di dimora

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un maxi blitz contro i clan dei Casalesi infiltrati in Veneto è in corsa dalle prime luci del giorno. La Guardia di Finanza e la Polizia, infatti, coordinate dalla Dda di Venezia, stanno eseguendo 50 misure cautelari e 11 provvedimenti di obbligo di dimora e di altro tipo. Sequestrati anche beni per 10 milioni. Gli arresti sono scattati a Venezia, Casal di Principe, in provincia di Caserta, e in altre località. I destinatari del provvedimento sono accusati, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso e altri gravi reati. L’indagine é stata condotta dal Gico del nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Trieste e dalla squadra mobile di Venezia. Oltre 300 uomini sono impegnati per eseguire le misure cautelari.

DALLA HOME

Castellammare, il pentito: “Quel giorno non dovevamo uccidere Tommasino ma gambizzare un imprenditore”

Castellammare. Il pomeriggio del 3 febbraio del 2009 Gino Tommasino non doveva morire. Il commando di killer del clan D'Alessandro era in giro per compiere un'altra missione: dovevano gambizzare il titolare dei campi di calcetto che si trovano a pochi metri dall'abitazione del consigliere comunale del Pd poi ucciso. Ma...

CRONACA NAPOLI

LEGGI ANCHE