Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca Napoli

Napoli, i Verdi denunciano: ‘Il mare di Mergellina invaso da un composto chimico lattiginoso’.IL VIDEO

Pubblicato

in



Napoli.”Nella mattinata di martedi’ 8 gennaio il mare del porticciolo di Mergellina e’ stato letteralmente invaso da un composto chimico maleodorante, dal colorito lattiginoso, che ha devastato l’ecosistema”. La denuncia e’ arrivata dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e dal consigliere comunale del Sole che Ride, Marco Gaudini. “Intorno alle ore 11,30-12 il mare ha assunto un colorito biancastro, emanando un cattivo odore simile a quello sprigionato dai composti chimici. In pochi minuti l’intera area del porticciolo turistico adiacente il molo degli aliscafi ha assunto un colorito lattiginoso. L’aggressivita’ della sostanza potrebbe aver danneggiato gravemente l’ecosistema, provocando la morte della fauna ittica e l’intossicazione degli uccelli marini. Alcuni testimoni ci hanno riferito di pesci senza vita risaliti a galla in seguito al contatto con la sostanza”, hanno spiegato i due esponenti dei Verdi. “Abbiamo provveduto ad allertare l’Arpac e i vigili urbani che sono intervenuti immediatamente. Sul posto sono presenti il comandante della polizia municipale di Napoli Ciro Esposito e i tecnici del settore del ciclo integrato delle acque del Comune di Napoli. Sono corso dei rilevamenti per catalogare la sostanza e per risalire, attraverso l’apertura di tutti i pozzetti, allo scarico dal quale e’ fuoriuscita la sostanza. Chiediamo un intervento della magistratura e delle forze dell’ordine per aprire un’inchiesta e risalire ai responsabili di questo scempio”, hanno concluso Borrelli e Gaudini.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Coronavirus, mancano i dispositivi: chiuse 4 scuole a Napoli

Pubblicato

in

Coronavirus, mancano i dispositivi: chiuse 4 scuole a Napoli. Il Presidente quarta municipalita’, rassicurati che a breve la consegna.

 

“Abbiamo avuto rassicurazioni dal Comune di Napoli che provvederanno a consegnare i dpi entro pochissimo tempo, probabilmente gia’ domani”. Giampiero Perrella, presidente della Quarta municipalita’, spiega che appena avverra’ la consegna saranno riaperte le 4 scuole che sono state chiuse per mancanza di Dpi e segnaletica orizzontale e verticale antiassembramento. Una mancanza, unita al diniego del personale di Napoliservizi di rilevare la temperatura, che ha spinto la Municipalita’ a chiudere 4 istituti: due sono scuole dell’infanzia la Beltramelli e la Chiara d’Assisi, due asili nido Bice Zona e Partenope.

La decisione e’ maturata in seguito a un sopralluogo “all’esito del quale e’ stata riscontrata l’assenza dei dispositivi di sicurezza e del personale preposto, come invece era stato assicurato dal Comune centrale solo pochi giorni fa”. Lo scorso venerdi’, come ha spiegato Perrella, “in una riunione al Comune, ci era stato assicurato che sarebbe arrivato tutto l’occorrente entro l’apertura”. “Ma siamo gia’ di fronte a un ritardo – sottolinea – considerando lo slittamento dell’avvio dell’anno scolastico. Non si puo’ arrivare al 28 senza avere l’occorrente per far partire la scuola, in violazione delle normative anti covid”.

“Siamo purtroppo in tanti a trovarci in questa situazione – aggiunge – non solo noi della Quarta municipalita’, ma anche in altre”. Tra le altre cose, come ha evidenziato Perrella, “poiche’ in Consiglio comunale non e’ stata approvata la delibera per l’assunzione di maestre, ci hanno mandato meno maestre”. Come conseguenza “abbiamo dovuto ridurre da 4 a 3 le sezioni nei plessi”. “Non comprendiamo, inoltre – prosegue – il diniego personale Napoli Servizi che si e’ rifiutato di effettuare la sanificaizone e rilevare le temperature”.

“Dobbiamo usare la massima cautela per garantire la sicurezza alla salute – conclude – e’ inammissibile che nonostante ci sia stato tempo a disposizione si debba arrivare al giorno dell’apertura senza che la consegna dei materiali sia avvenuta”.

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Napoli, assembramenti in via Mezzocannone: sanzionate 5 persone

Pubblicato

in

Napoli. Assembramenti in via Mezzocannone: sanzionate 5 persone.

Domenica notte gli agenti del Commissariato Decumani e dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Mezzocannone per segnalazioni di assembramenti in strada e musica ad alto volume.
Una volta sul posto i poliziotti hanno visto numerose persone che sostavano presso un bar e hanno sanzionato 5 di esse per il mancato rispetto del distanziamento sociale e perché non indossavano la mascherina.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette