Mertens, ormai napoletano doc…

“A Napoli sono cresciuto, amo la città e mi sento a casa mia”. E’ una dichiarazione d’amore pubblica quella di Dries Mertens ai microfoni di Radio Kiss Kiss. L’attaccante azzurro racconta il suo rapporto con l’ambiente sia emotivamente che professionalmente. “Sono qui da 6 anni, la gente mi ha dato un affetto enorme e mi ha adottato come un napoletano vero. Sono felice di tutto questo amore che mi ha aiutato a maturare soprattutto come uomo. Per me Napoli oggi è una casa”, ha aggiunto. “Oltre a questo sono cresciuto anche sotto il profilo tecnico. Ricordo che nei primi anni giocavo di meno, poi gradualmente mi sono inserito ed affermato sempre di più fino a disputare gli ultimi due anni davvero alla grande”, ha proseguito Mertens. “Io penso che in questi 6 anni sia cresciuta tutta la Società, la rosa e il gruppo. Abbiamo in squadra talenti assoluti e sono convinto che su questa strada potremo tagliare traguardi importanti in futuro”, ha detto ancora il belga. C’è rammarico per la Champions? “Non siamo stati fortunati, abbiamo disputato un girone bellissimo, abbiamo giocato un gran calcio e siamo usciti per un soffio affrontando a testa alta avversari fortissimi. Adesso punteremo alla Europa League perché possiamo arrivare lontano”, ha dichiarato. Adesso si ricomincia dalla Coppa Italia. “Sì, il Sassuolo è un avversario difficile e dovremo subito riprendere al massimo perchè ci teniamo ad andare avanti anche in Coppa Italia”, ha concluso Mertens.

Contenuti Sponsorizzati