Si scatena ancora una volta la polemica per il titolo in prima pagina del quotidiano lombardo Libero, diretto da Vittorio Feltri. “Comandano i terroni, ai meridionali tre cariche istituzionali su quattro”. Dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, siciliano doc, al premier Giuseppe Conte, nato in Puglia, sono molti i nomi citati nell’articolo che racconta il numero di cariche istituzionali ricoperte da uomini e donne originari del sud Italia. Il pezzo che porta la firma della giornalista Azzurra Noemi Barbuto che specifica “sottolineo questo trend con fierezza, poiché sono terrona anch’io”, specifica la stessa autrice nel pezzo. Ciò che però fa infuriare i meridionali è la scelta del termine “terrone” utilizzato da sempre come accezione negativa. Sul caso si è espresso anche il vice premier Di Maio, anche lui “terrone” perchè originario di Pomigliano d’Arco in provincia di Napoli che ha scritto su Facebook “Buongiorno con la prima pagina di Libero, giornale finanziato con soldi pubblici, anche quelli dei terroni. Questa è la preziosa informazione da tutelare con i vostri soldi! Ma tranquilli: abbiamo già iniziato a togliergliene da quest’anno e nel giro di 3 anni arriveranno a zero. P.S. Anche questa volta l’Ordine dei giornalisti rimarrà in silenzio?”

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati