Sospesa definitivamente la responsabilità genitoriale alla famiglia di una delle bimbe vittima degli esorcismi di don B...

SULLO STESSO ARGOMENTO

Don Michele Barone viene accusato di crimini orrendi che vanno dalla violenza su minori, violenza sessuale aggravata su minori, alla sospensione di cure farmacologiche salva-vita e a medievali e brutali riti esorcisti non autorizzate dalla Diocesi. Il Tribunale dei Minori di Napoli ha decretato definitivamente la revoca della responsabilità genitoriale a Carangelo Lorenza e a Tramontano Cesare rispettivamente madre e padre della piccola 14enne T.A. vittima riti esorcisti posti in essere con modalità violente, in tal modo concretizzando la realizzazione delle fattispecie incriminatrici dei maltrattamenti in famiglia aggravati dalla realizzazione, ai danni della minore di una lesione gravissima e sospensione di cure farmacologiche. I genitori non potranno avere più contatti con la vittima neanche telefonici.

 Gustavo Gentile






LEGGI ANCHE

Pagani, sequestrata una fabbrica che riproduceva illegalmente prodotti della SSC Napoli

Un ingente quantitativo di merce contraffatta sequestrata, tre lavoratori in nero denunciati Nell'ambito dell'intensificazione delle attività di contrasto alla contraffazione, la Guardia di Finanza di...

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE