MUGNANO – In merito all’improvviso sciopero degli operatori ecologici, che questa mattina non hanno ritirato i rifiuti differenziati nè ieri hanno provveduto allo spazzamento di via Di Vittorio a conclusione del mercatino settimanale, il sindaco Luigi Sarnataro chiarisce quanto segue: “Giovedì scorso la Teknoservice, ditta che gestisce il servizio di raccolta, ha avuto una riunione con alcune sigle sindacali nella quale è emersa la volontà di inserire nel piano orario dei dipendenti dei turni pomeridiani. Da allora gli operatori sono entrati in agitazione, rallentando il servizio, e oggi hanno proclamato uno stato di agitazione, senza tuttavia avvisare gli organi competenti e le sigle sindacali. A tutti gli effetti quella di oggi non è una semplice protesta, ma una vera e propria interruzione di pubblico servizio. Pertanto sono molto preoccupato non solo per la mancata raccolta rifiuti, ma anche per le famiglie dei dipendenti che hanno già avuto diverse lettere di contestazione. Non è possibile che qualche politico si rechi nella notte presso l’isola ecologica a fomentare azioni illegali, che vanno contro l’interesse della pubblica amministrazione e della cittadinanza. Sia chiaro: non si gioca sulla pelle dei cittadini e dei lavoratori per portare avanti i propri interessi politici e personali. Come Amministrazione siamo consapevoli delle mancanze della ditta, non a caso negli ultimi giorni abbiamo emanato ben sei penali, ma con la città sporca e piena di rifiuti non si può ragionare con nessuno. Non è giusto che siano i cittadini a pagare i problemi tra la ditta e gli operatori e ecologici e sebbene alcune rimostranze dei lavoratori siano legittime non si può assolutamente arrecare alla città e ai propri concittadini un danno di questa portata per far valere i propri interessi. Ho richiesto per domani alle ore 15 un incontro tra sigle sindacali, ditta e amministrazione per risolvere la questione”.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati