Due indagati per la morte dei due 18enni nel Salernitano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Eboli. Sono stati notificati gli avvisi di garanzia per l’incidente mortale che ha visto coinvolti un 17enne e un 18enne di Eboli. A perdere la vita sabato notte Vincenzo Dell’Orto e Francesco Giugno. Sono formalmente indagati per omicidio strada i conducenti delle due auto coinvolte nell’incidente. Ieri una folla commossa ha salutatoper l’ultima volta Vincenzo dell’Orto ai funerali nella chiesa di Sacro Cuore del Gesù a Eboli. Anche il sindaco ed alcuni esponenti dell’Amministrazione comunale hanno voluto omaggiare il ragazzo che avrebbe compiuto 18 anni tra pochi giorni.. Intanto proseguono le indagini. Nella mattinata di oggi verrà effettuata l’autopsia sul corpo di Francesco Giugno, l’altro ragazzo deceduto che era alla guida del veicolo precipitato nella scarpata con a bordo anche Vincenzo Dell’Orto.
Secondo una prima ricostruzione, la Fiat 500 guidata da Francesco sarebbe stata tamponata da una Fiat 500X guidata da un amico su cui vi erano altri giovani. Entrambe le auto erano dirette a Battipaglia. Dopo l’urto tra le due auto, Francesco ha perso il controllo del suo veicolo e si è scontrato con l’Alfa Romeo Mito finendo poi fuori dalla carreggiata. Forse un sorpasso la causa di tutto, nelle prossime ore la Procura per fare chiarezza sulla vicenda nominerà molto probabilmente un gruppo di tecnici.






LEGGI ANCHE

Minaccia di gettarsi nel vuoto per evitare l’arresto a Sant’Angelo dei Lombardi

Una mattinata movimentata a Sant'Angelo dei Lombardi, in provincia di Avellino, si è conclusa fortunatamente senza conseguenze, quando un uomo di 63 anni ha...

Strage di Altavilla: movente economico di coppia di complici nella villetta degli orrori

La strage avvenuta a Altavilla Milicia, in provincia di Palermo, dove sono state uccise Antonella Salamone e i figli Kevin ed Emanuel, è stata...

Il Commissario Straordinario visita l’Istituto Comprensivo “Cilea – Mameli” di Caivano

Il giorno precedente, il prefetto Filippo Dispenza, coordinatore della Commissione Straordinaria al Comune di Caivano, ha visitato l'Istituto Comprensivo "Cilea - Mameli" di Caivano,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE