TERRANEO
______________________________

Preziose carte geografiche manoscritte, atlanti marittimi di rara fattura provenienti dagli antichi fondi della biblioteca saranno in mostra venerdì 21 dicembre (dalle ore 16.30 ) alla Biblioteca Nazionale di Napoli in occasione della presentazione di “TERRANEO”, la favola del grande mare comune, culla delle più antiche civiltà, scritta da due architetti napoletani, Marino Amodio e Vincenzo Del Vecchio. Completano l’esposizione le tavole originali disegnate da Vincenzo Del Vecchio, di gran formato che illustrano i miti vecchi e nuovi e le storie delle città e delle popolazioni che si affacciano sul Medi-terraneo.
Con gli autori intervengono Leonardo Di Mauro, (Presidente Ordine degli architetti P.P.C. di Napoli), Fabio Amato(Università di Napoli“L’Orientale” ), Davide Grossi (Università Europea di Roma); Maria Rascaglia e Francesco Mercurio (direttore della Biblioteca); reading di Giammarco Libeccio e Fiorenzo Madonna. Si tratta di un libro illustrato o forse solo un libro da leggere insieme adulti e bambini, dove le parole di Marino Amodio e le immagini di Vincenzo Del Vecchio sono due linguaggi per raccontare la grande isola di “Terraneo”, un luogo che accomuna ed unisce, isola pacifica per le genti che vi approdavano e luogo di scambio di cultura e risorse. Un mondo capovolto rispetto alla realtà di oggi, al mare dove migliaia di uomini, ogni giorno perdono la vita per capovolgere credenze e modi di pensare, questa l’idea che ispira il volume, vincitore della VI edizione del Premio Internacional Álbum Ilustrado Edelvives (2017), e che in modo capovolto è stato pubblicato prima in Spagna e poi in Italia, lo scorso agosto da Gallucci


Di Regina Ada Scarico



Musica. I LUCE – L’Unica Cosa Essenziale, live a Palinuro

Notizia Precedente

Camorra, clan De Micco: 2 ergastoli e 2 secoli e mezzo di carcere. TUTTE LE CONDANNE

Prossima Notizia

Altro Libri


Ti potrebbe interessare..