‘Scenari pagani’ torna con la ventiduesima edizione. Dal 25 gennaio al 30 marzo

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Pagani completata la rete fognaria

Scenari pagani 22, sguardi oltre i confini. Questo il tema e la parola d’ordine per la rassegna presentata in conferenza stampa. Otto spettacoli in programma dal 25 gennaio al 30 marzo 2019 presso il Teatro del Centro Sociale in via De’ Gasperi, con due tra loro che si sposteranno al Teatro Sant’Alfonso. A Pagani si succederanno grandi compagnie come la Familie Flöz, compagine tedesca che sarà di scena con uno dei suoi più grandi successi internazionali; ifratellicaproni, coppia comica di mimo-clown dallo stile universalmente riconosciuto nel panorama del teatro italiano emersa dalla autorevole compagnia Quelli di Grock. Non mancheranno grandi autori come Mattia Torre, sceneggiatore e regista, padre di serie cult come Boris e di programmi tv come Parla con me di Serena Dandini e Dov’è? di Corrado Guzzanti. Come d’abitudine non mancheranno i nomi nuovi di talenti, già vincitori di premi prestigiosi, sui quali fermare sguardo e applausi. Anche per questa edizione, gli spettacoli saranno preceduti alle ore 20.00 dall’AperiSpettacolo “Tarallucci e Vino”, viaggio attraverso le eccellenze del panorama food campano a cura di Ritratti di Territorio della giornalista Nunzia Gargano, e poi alle 21.00 si aprirà il sipario. Tra i partner di Scenari pagani, si confermano i patrocini morali della Regione Campania, della Provincia di Salerno, del Comune di Pagani, ed arrivano le nuove partnership con Geos Campania – concessionario Lavazza e con la testata Media News 24, sostenitori della rassegna.
Scenari pagani apre venerdì 25 gennaio 2019 con Enzo Mirone in “Operina Elettro-Meccanica”, un insolito e affascinante poemetto messo in scena con un’installazione composta da piccole sculture mobili che, azionate, fanno da tessuto ritmico a macchine sonore auto costruite e sulle quali vengono proiettati frammenti di video. Il racconto di una vita interiore, catturata in un flusso ininterrotto di suoni/rumori.
Venerdì 1 febbraio 2019 Sotterraneo Teatro in “Overload” premio Best Of Be Festival Tour 2016 tour in Spagna e Regno Unito. Overload è la rappresentazione, ludica e agghiacciante, di come nell’era digitale, la nostra soglia di attenzione si sta inesorabilmente abbassando e frammentando tra tweet, podcast o screen shots, con effetti di deficit cognitivo assurdi e surreali. Sabato 16 febbraio 2019 ifratellicaproni in “Attento si scivola”, uno spettacolo scritto, interpretato e diretto da Alessandro Larocca e Andrea Ruberti, consolidata coppia comica di clown per venticinque anni componenti della compagnia Quelli di Grock. Uno spettacolo di puro divertimento e di improvvisazione in piena sintonia con la vocazione a allargare la platea degli spettatori e permettere ad un pubblico variegato per età e interessi di conoscere da vicino i percorsi dei linguaggi ‘irragionevoli’ del comico e del circo contemporaneo perché “Essere irragionevoli è un diritto umano.
Sabato 23 febbraio 2019 Amor Vacui in “Intimità”. Menzione speciale al Premio Scenario 2017 e vincitore del bando di residenza maturazione del Teatro Stabile del Veneto, Intimità è un discorso, un’analisi intorno alla nostra tendenza a ripetere nelle relazioni gli stessi schemi di comportamento. Sabato 9 marzo 2019 Scenari pagani si sposta al Teatro Sant’Alfonso per “Teatro Delusio” della compagnia Familie Flöz. Definita da The Guardian «una magistrale commedia, espressiva, struggente e allo stesso tempo piena di gioia» Teatro Delusio è teatro nel teatro. La vivezza delle maschere, le fulminee trasformazioni ed una poesia tipicamente Flöz trascinano il pubblico in un mondo a sé stante, un mondo carico di misteriosa comicità. Con l’aiuto di costumi raffinati e di suoni e luci ben concepiti, gli attori mettono in scena 29 personaggi e danno vita ad un teatro completo. Sabato 16 marzo 2019 Virus Teatrali in “ Io so e ho le prove”. Un’affermazione di eco pasoliniana, che ci riporta al libro di Vincenzo Imperatore, dal quale è tratta. caso letterario con svariate decine di migliaia di copie all’attivo, racconta la ‘conversione di un ex-manager bancario’ che, dopo un quarto di secolo al servizio della più importante banca italiana, ne esce denunciandone tutte le nefandezze. Venerdì 22 marzo 2019 ci si sposta per la seconda volta al Teatro Sant’Alfonso per l’appuntamento musicale di Scenari pagani con Daniele Sepe e il suo “Canzoniere Napoletano”. Accompagnato dalla voce di Flo, Sepe porterà in scena il suo sounnel quale la napoletanità che si fonde con il jazz, il funk, le melodie mediterranee, il rock, il rap, in una contaminazione continua dove la vivacità e la forza dei suoni si accompagna ad una sentita critica sociale che non disdegna anche il gioco dell’ironia. Sabato 30 marzo 2019 la gran chiusura con Teatro delle Marche in “456”, scritto e diretto da Mattia Torre. 456, scritto da Mattia Torre, sceneggiatore e regista, autore di serie cult come Boris, di programmi tv come Parla con me di Serena Dandini e Dov’è Mario? di Corrado Guzzanti. “La linea verticale” serie tv con Valerio Mastandrea andata in onda su rai3 nel 2018, è la storia comica e violenta di una famiglia che, isolata e chiusa, vive in mezzo a una valle oltre la quale sente l’ignoto. Dallo spettacolo è stato tratto l’omonimo sequel televisivo, prodotto da Inteatro e andato in onda su La7 all’interno del programma “The show must go off” di Serena Dandini e il libro “4 5 6 – Morte alla famiglia”, edito da Dalai.



Torna alla Home

telegram

LIVE NEWS

Raspadori: “Il mio gol più bello a Torino contro la Juventus, emozioni indimenticabili”

Prosegue il progetto di Betsson Sport con le video interviste ai giocatori del Napoli, e oggi è il turno di Giacomo Raspadori, l'attaccante che ha conquistato il cuore degli appassionati di calcio grazie alle sue prestazioni in campo e alla sua partecipazione alla vittoria dell'Europeo nel 2021 con la...

De Luca lancia l’allarme: “A rischio i fondi per il Policlinico di Caserta”

"La Regione ha destinato 55 milioni di euro per il completamento del Policlinico Universitario di Caserta, ma quei soldi sono a rischio". A lanciare l'allarme è il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante un incontro a Caserta. De Luca ha spiegato che i fondi sono inclusi nel...

CRONACA NAPOLI