🔴 ULTIME NOTIZIE :

A mia madre di Yvonne De Rosa, presentazione del libro a Napoli

Presentazione del libro venerdì 10 febbraio 2023 – ore 18:00 - al Salotto Letterario Le Zifere (Piazzetta Nilo, 7 - Napoli). Saluti dell’editore Roberto Nicolucci A discuterne con l’autrice Prof. Stefano Causa Critico d’arte e docente di Storia dell’arte moderna e contemporanea presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli Col. a. (ter.)...

Napoli, indagini sull’aggressione razzista contro l’operatore culturale al Vasto

Napoli. I carabinieri sono sulle tracce della banda che l’altro giorno al Quartiere Vasto ha […]

    Napoli. I carabinieri sono sulle tracce della banda che l’altro giorno al Quartiere Vasto ha insultato e aggredito un mediatore culturale. Il 38enne preso di mira senza motivo pare sia stato aggredito solo perché di colore. L’uomo che è in Italia con regolare permesso di soggiorno, è un attivista dell’associazione “3 febbraio”, dopo l’aggressione ha sporto denuncia ai carabinieri della stazione San Giuseppe. “E’ accaduto nel cuore del pomeriggio – racconta Abraham Narcisse – quando un signore italiano mi ha detto “Questi stranieri di merda devono andare via da qui, fanno schifo”. Io gli ho risposto dicendo “Ma se noi siamo delle merde e facciamo schifo, tu chi sei?”. L’uomo ha quindi reagito afferrando il 38enne con il collo della camicia sferrandogli un pugno. All’aggressione avrebbero partecipato anche altre due persone sopraggiunte qualche attimo dopo. Gli aggressori avrebbero, secondo il racconto dell’uomo, usato anche delle mazze per colpirlo. Sulla vicenda indagano le forze dell’ordine che stanno acquisendo le immagini del sistema di videosorveglianza per ricostruire meglio la dinamica dei fatti. L’uomo, che è si è fatto refertare dai medici dell’ospedale Loreto Mare, ha avuto una prognosi di dieci giorni per contusioni varie. Tuttavia i colpi non hanno causato danni gravi. Nella denuncia l’uomo ha anche riferito che all’aggressione avrebbero assistito anche ausiliari del traffico ed agenti della polizia municipale che non avrebbero fatto nulla per sedare gli animi. Si sta verificando anche questa circostanza con un’indagine interna al Comando di Polizia Municipale di Napoli.

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Marcianise, altri 30 giorni cassintegrazione per dipendenti Jabil

    "Oggi doveva essere l'ultimo giorno di cassa integrazione per i 190 lavoratori della Jabil di Marcianise che da settimane chiedevano un intervento deciso della...

    Napoli nella morsa del traffico: caos annunciato

    Da stamane il centro di Napoli è nella morsa del traffico. Grave mancanza di piano alternativo viste le restrizioni del cantiere metro di via...

    Lega Serie A, Spalletti premiato “allenatore del mese” di gennaio

    Il premio Coach Of The Month ("allenatore del mese") di gennaio è stato assegnato all’allenatore del Napoli Luciano Spalletti. La consegna del trofeo avverrà...

    Striano, arrestato pusher col reddito di cittadinanza: in casa 12mila euro in contanti, in macchina 400 dosi di hashish

    Droga, reddito di cittadinanza percepito indebitamente e migliaia di euro in contanti. Un mix di violazioni quello contestato ad un 39enne di origini marocchine,...