Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cultura

Inaugurazione dell’anno accademico della Università dela Terza Età

Pubblicato

in



Nel “Salone degli Specchi” del , è stato ieri inaugurato l’ 18/19 della Universita’ delle Tre Età di . Pubblico delle grandi occasioni ed un parterre affascinante, reso ancora più interessante per la partecipazione del coro dell’Istituto Principe di Piemonte. Il coro ha presentato (con introduzione in diverse lingue) l’inno di Mameli e l’inno Europeo. Nell’aula gremita di docenti, soci e simpatizzanti ha preso la parola il responsabile dell’ufficio stampa, Ferdinando Terlizzi, che ha porto il benvenuto agli intervenuti ed ha ringraziato a nome delle , in particolare la professoressa Laura Raucci, la dirigente scolastica Rosa Petrillo e i docenti di musica, il professore Pasquale Di Salvo, esibitosi al pianoforte, e che ha curato gli arrangiamenti musicali del programma “A spasso per l’Europa”; il professore Nicola Russano, che si è esibito con il violino; il professore Marco Saldarelli, al violencello; i docenti Raffaele Prodomo e Lucia Surano, che hanno preparato e diretto il coro, tutti i docenti che hanno curato i testi e le presentazioni in francese e tedesco; infine un ringraziamento è stato espresso nei confronti del professore Giovanni Leone che ha curato le riprese. Terlizzi ha poi ceduto la parola a Santo Giugno, vice presidente dell’Unitre e facente funzioni da Presidente, il quale ha porto il saluto agli intervenuti con un breve ma significato discorso, mettendo in risalto le finalità dell’ente ed è stata, quindi, la volta di Gennaro Stanislao, direttore dei corsi che ha presentato il suo nutrito programma. Tra le più significative iniziative culturali: quelle lectio magistralis del professore Stelio W. Venceslai, Gran Maestro dei Templari, l’Europa del 2019 e cioè Sovranismo Europeo o sovranismo nazionale?; Giorgio Agnisola che ha scelto cinque Paesi Europei e per ciascuno ha identificato ben cinque artisti dei quali ci parlerà; Bartolomeo Valentino che si soffermerà su Napoleone Bonaparte e sui principali Borboni d’Europa, visti attraverso la lente della morfopsicologia; Alba Cetara Muto, ci farà conoscere alcune meraviglie del nostro territorio, ma ci parlerà anche di Elisabetta Farnese accompagnata dal numismatico Francesco Di Rauso, che ci illustrerà alcune monete e medaglie di Filippo V; l’avv. Giuseppe Garofalo, terrà una lectio magistralis su: La istituzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Un evento speciale caratterizzerà questo anno accademico: la in prima nazionale al Teatro Garibaldi dell’ultimo libro di Nadia Verdile: “Le Regine a Palazzo” con l’intervento di Mauro Felicori – direttore della Reggia di Caserta – e con l’accompagnamento di scenografie ed interventi teatralizzati in costumi d’epoca. Il 20 maggio sarà presentato, a cura del senatore Luigi Compagna, un altro libro quello della giornalista sammaritana (trapiantata a Roma) Giovanna Canzano intitolato: Le radici ebraiche nel pensiero di Franz Kafka.
Il Corpo docenti di questo anno accademico è composta da: Agnisola Giorgio, Andreozzi Giuliana, Berenice Michele, Bennini Annarita, Canzano Giovanna, Capobianco Decio, Cetara Muto Alba, Cobianchi Aldo Antonio, De Iorio Rosaria, De Micco Salvatore, Di Donato Maria Pia, Di Rauso Francesco, Di Rienzo Donato, Flaviano Cristina, Fratta Salvatore, Gallorano Vincenzo, Gargiulo Vittorio, Garofalo Giuseppe, Marchesiello Francesca, Mariani Angela, Mastroianni Domenico, Natale Maria Patrizia, Oliviero Vincenzo, Pagano Pasquale, Palmieri Clorinda, Pepe Assunta, Raucci Laura, Russo Antonio, Salerno Antonio, Tatone Stefania, Terlizzi Ferdinando, Tortorelli Michele, Valentino Bartolomeo, Venceslai W. Stelio e Verdile Nadia.

Continua a leggere
Pubblicità

Arte e Musei

Rebirth, un progetto verso la rinascita… a colori. Il video

Pubblicato

in

Rebirth arte colori

L’arte colora la vita di ognuno di noi, ci fa riflettere, ci fa sorridere, ci fa piangere; amplifica le nostre emozioni e le nostre sensazioni, ci fa guardare la vita da molteplici punti di vista. Il progetto “REBIRTH” scaturisce dalla volontà di sensibilizzare le persone sull’importanza dell’arte e della cultura nella vita di ogni individuo.

 

 

 

Durante la pandemia il mondo della Cultura è stato lasciato in oblio. L’arte, che nella vita di ogni giorno ha un ruolo fondamentale, in questo momento storico delicatissimo è stata eclissata, poco considerata, nonostante sia stata l’unica capace di farci sognare ancora nei terribili momenti di sconforto causati dal Covid-19 e dal lockdown. Dunque, proprio riflettendo su queste considerazioni, è nata l’idea di realizzare un videoclip che potesse esprimere lo stato d’animo di tutti gli appartenenti al mondo della Cultura o di tutti coloro che se ne cibano quotidianamente.

Per poter comunicare al meglio questo concetto è stato deciso di coinvolgere diverse realtà dinamiche del territorio regionale (L’Associazione Culturale “Gèranos Orchestra” di Eboli diretta da Luca Calzolaro; l’Associazione Culturale “Abracadanza” di Battipaglia diretta da Stefania Ciancio; l’A.s.d. “Centro Danza Donatella Zappullo” di Castel S. Giorgio diretta da Donatella Zappullo; l’A.s.d. “Centro Studi Arte Danza” di Bellizzi diretta da Alessia Siano; l’A.s.d. “Espressione Danza” di Torchiara diretta da Rossella Giaimo) e il danzatore professionista Luigi Pagano come interprete principale dello storyboard.

Il filo conduttore del “Rebirth” è il nesso tra arte, cultura, colori e vita. Infatti, dal video si evince che quest’ultima, solo con la contaminazione dell’arte, si colora e risplende di Cultura. Le riprese sono state realizzate all’interno di contesti storici/artistici/culturali che caratterizzano ogni singolo comune coinvolto (Eboli, Battipaglia, Bellizzi, Castel San Giorgio, Torchiara) per poter dare risalto alle bellezze che il nostro territorio offre.

Il videoclip è stato prodotto da “Gèranos Orchestra” e “Be Intelligent”, con la regia e coreografia di Luca Calzolaro, da un’idea di Rossella Giaimo e Noemi Manna. Le riprese e il montaggio del video sono state realizzate dal videomaker Francesco Petrone. La musica originale è “Slow down” di Anacleto Vitolo.

Il videoclip è stato patrocinato dai Comuni di Eboli, Battipaglia, Torchiara, Castel San Giorgio.
In attesa di una ufficiale, viste le nuove restrizioni per l’emergenza Covid-19, è possibile visualizzare il videoclip su YouTube e sulle pagine social ufficiali degli organizzatori.

 

Guarda il video:
https://www.youtube.com/watch?v=w-yKx8w99lQ

Continua a leggere

Le Notizie più lette