De Magistris per le Catacombe di San Gennaro, fa appello al Santo Padre: ‘Non ci soffocate con i debiti’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il sindaco di Napoli Lugi De Magistris sul futuro incerto delle Catacombe di San Gennaro, dichira: “Sono convinto che il Santo Padre, conoscendone la sensibilità, comprenderà quanto sia importante per il quartiere e per la città un simile laboratorio”. La dichiarazione del primo cittadino della città matropolitana sottintende l’enorme difficoltà che si riscontrerebbe qualora dovesse andare in porto la richiesta di versare il 50 per cento degli incassi al Vaticano, come prevedeva la convenzione in vigore. De Magistris, primo firmatario dell’appello indirizzato a Papa Francesco, ha spiegato che “Le Catacombe di San Gennaro vanno difese come laboratorio dal basso che mette insieme comunità del territorio, ragazzi, comunità laica e religiosa, istituzioni locali e mondo dell’impresa”. I numeri dicono che le Catacombe del Santo Patrono di Napoli sono visitate ogni anno da centocinquanta mila persone “Segno – ha sottolineato il sindaco – che il modello funziona anche dal punto di vista economico e di contrasto all’illegalità e alla corruzione”. Da de Magistris è stata espressa “Vicinanza totale a questa battaglia di civiltà e giustizia. Quando si fanno cose buone – ha concluso – c’è sempre qualcuno che cerca di rallentarti. Non ci soffocate con debiti.”






LEGGI ANCHE

Presentazione del libro ‘Enrico Caruso e la scuola ciandelliana’ di Enrica Donisi a Napoli

Il 23 febbraio, alle ore 11:30, presso la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo a Napoli, si terrà la presentazione del volume "Enrico Caruso...

Ercolano, picchiava l’anziana mamma: arrestato 41enne

Nella mattinata odierna, i militari della Tenenza Carabinieri di Ercolano hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Napoli -...

Camorra, arrestati il boss Alfredo Batti e 4 affiliati

Sono diventate definitiva le condanne per gli esponenti del clan Di san Giuseppe Veusviano

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE