Gianfranco Zani, il 53enne che per vendicarsi della moglie che lo stava lasciando ha ieri appiccato l’incendio della propria casa a Sabbioneta, nel Mantovano, provocando cosi’ la morte del figlio Marco di 11 anni, questa sera e’ stato trasferito nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Cremona, dove e’ sotto stretta sorveglianza per evitare che compia gesti estremi. Sul fronte giudiziario non e’ stata ancora fissata la data dell’interrogatorio dell’uomo, accusato di omicidio, da parte del gip di Cremona, mentre domani sara’ affidato l’incarico per l’autopsia sul corpo del bambino.



Pubblicità'

Il presidente Conte incontra a Napoli i cronisti minacciati e brinda alla libertà di stampa

Notizia Precedente

In Appello chiesta la conferma dalla condanna per Giosuè Ruotolo

Prossima Notizia