Seguici sui Social

Cronaca

Aveva ingerito ovuli con mezzo chilo di eroina: arrestato nigeriano richiedente asilo sbarcato a Salerno

PUBBLICITA

Pubblicato

il


Sassari. Avevano ingerito 800 grammi di eroina sotto forma di ovuli: due richiedenti asilo nigeriani, uno proveniente da Salerno, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile di Sassari. I due giovani erano appena sbarcati in Sardegna. Il primo, un 25enne proveniente da Salerno, è stato controllato in piazza Colonna Mariana: durante gli accertamenti il giovane ha accusato un malore. Insospettiti, gli agenti l’hanno accompagnato all’ospedale Santissima Annunziata di Sassari: gli esami hanno evidenziato la presenza nel suo addome di 34 ovuli di eroina per un peso totale di mezzo chilo. Arrestato per detenzione di droga, il giovane è stato trasferito nel carcere di Bancali a Sassari. L’altro connazionale, 28 anni, ufficialmente residente in un centro di accoglienza di Sassari dal quale, però, mancava da qualche giorno è stato fermato nella piazza della stazione ferroviaria. Il giovane aveva con se’ un biglietto di un viaggio appena concluso sul traghetto Civitavecchia-Porto Torres. Anche in questo caso, gli agenti l’hanno condotto all’ospedale, dove gli esami clinici hanno rilevato la presenza nell’addome di 24 ovuli con 362 grammi di eroina. Il 28enne ha raggiunto il connazionale nel carcere di Bancali.



Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, Galleria Umberto I nuovamente sommersa dai rifiuti

Pubblicato

il

Napoli, Galleria Umberto I nuovamente sommersa dai rifiuti.

“Dopo un breve periodo di ‘tregua’, durante il quale c’è stata collaborazione per la raccolta dei rifiuti tra i gestori del Mc Donald’s e l’Asia, la Galleria Umberto I torna ad essere il regno dell’inciviltà, in balia degli zozzoni che abbandonano rifiuti di ogni genere in ogni dove. Cumuli di cartacce, bicchieri, residui di cibo che insozzano i marmi di una delle più belle opere d’arte della città. Sto ricevendo decine di segnalazioni di questo tipo da parte dei cittadini che gridano, giustamente, allo scandalo.

La Galleria Umberto I non può essere terra di nessuno, né tantomeno l’habitat naturali per questa gentaglia che deturpa le nostre bellezze architettoniche. Chiediamo con forza che vengano presi provvedimenti e che l’amministrazione concerti con McDonald’s nuove forme di collaborazione poichè le foto dei cittadini mostrano proprio che la maggior parte dei rifiuti, unti e bisunti, che vengono abbandonati sono proprio della catena di fast food.”. Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale di Europa Verde e del conduttore radiofonico Gianni Simioli.

LEGGI ANCHE  Smantellato il clan italo-nigeriano: la droga trasportata da Napoli alla Sicilia. 13 arresti

“Alla luce di tanto menefreghismo chiediamo che venga immediatamente siglato un accordo di lunga durata tra Asia e McDonald’s per la pulizia dei rifiuti che riportano il suo marchio – proseguono Borrelli e Simioli – affinché queste scene non si ripetano. E’ necessario dare il buon esempio, oltre a combattere questi atteggiamenti irrispettosi e dannosi, per l’ambiente e per l’immagine della città, con delle giuste sanzioni sulle quali, forse, troppo spesso si chiude un occhio. Non ci sono scuse per chi riduce la città ad una pattumiera”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette