Padova, Premio Gigarte 2018: al “Cantante” di Carmela De Lucia il dodicesimo posto

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si è concluso il Premio Gigarte, Padova 2018, prestigiosa mostra-mercato che si è tenuta a Padova dal 2 al 27 ottobre e che da anni vede operatori del settore, collezionisti e appassionati da tutta Europa. Una grandissima mostra mercato che in oltre 25 anni di vita ha visto numeri sempre più in crescita, con 160 espositori selezionati tra le più importanti gallerie d’arte italiane e tra i migliori artisti italiani e stranieri. Quest’anno Gigarte ha deciso di offrire l’opportunità agli Artisti (pittori, fotografi, artisti che fanno arte materica e digitale) iscritti al portale di poter esporre le proprie opere all’edizione 2018 di Fiera Arte Padova. I premi sono, come sempre, assegnati in maniera distinta, dalla giuria tecnica e dalla giuria popolare. I componenti della giuria tecnica sono stati scelti da Amedeo Caneschi, responsabile artistico di Gigarte, che copre anche il ruolo di Presidente della giuria stessa: Antonio Romano, pittore napoletano; Nicola Nozzoli, mercante di arte moderna e contemporanea nonché titolare della galleria d’arte “Nozzoli” ad Empli; Daniele Bertuccelli, collezionista di dipinti antichi; Maura Vagli, giornalista.
Al concorso, a cui hanno aderito 44 artisti con 59 opere, ha anche partecipato la nota artista napoletana Carmela De Lucia con la sua opera “Il Cantante”, conquistando meritatamente il dodicesimo posto. “Il Cantante” è arrivato dunque con soddisfazione tra i venti finalisti, dopo aver ottenuto ben 73 voti dalla giuria popolare online ma soprattutto dopo essere stato attentamente esaminato dalla giuria tecnica, secondo i tre criteri fondamentali, soggetto, poetica e tecnica. Nell’immagine di quest’opera prevale l’influenza sull’inconscio, la De Lucia reinterpreta in chiave psicologica la foto del cantante napoletano Dante Ferri. Ad un primo sguardo il cortocircuito tra ciò che si vuole essere e ciò che si è vengono simboleggiati con sintesi dalla figura del cantante parzialmente celata in un connubio di colori contrastanti il chiaro/scuro. Nella scena carica di tensione il soggetto appare ricco di qualità emotive e psicologiche rimanendo in equilibrio tra rappresentazione e realtà in una scena dove sembra quasi che il tempo si sia fermato nell’attimo del silenzio quasi come un segno d’interpunzione. La pittura è in fondo un segno di punteggiatura della vita (Stefano Castelli) e l’opera nell’insieme completa il testo.


Torna alla Home


Miglioramento dell’organizzazione dei taxi a Piazza Garibaldi a Napoli

Riunione per ottimizzare il servizio taxi Il prefetto di Napoli, Michele Di Bari, ha guidato una riunione al Palazzo di Governo per discutere delle problematiche legate alla logistica dei taxi presso la stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi. Presenti l'assessore alla Legalità e Polizia locale del Comune di Napoli, rappresentanti...

In ospedale 3 studenti e 2 insegnanti di Salerno in gita a Montecatini

Tre studenti e due insegnanti, facenti parte di una comitiva in gita scolastica da Salerno e che alloggiavano in un albergo di Montecatini Terme (Pistoia), sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso di Pescia (Pistoia), perché accusavano disturbi gastrointestinali a carattere acuto. E' quanto reso noto dall'Asl Toscana...

Marcianise, incastrato in rulli bobina: muore operaio

Tragedia sul lavoro nel Casertano. Non ce l'ha fatta l'operaio di 53 anni che ha perso la vita in un'azienda nella zona industriale di Marcianise. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, lo scorso 11 aprile la vittima, di Casoria (Napoli), stava effettuando lavori di manutenzione su una ribobbinatrice...

Napoli, evaso dal carcere di Nisida: 19enne preso ai Quartieri Spagnoli

Durante un'operazione della Polizia di Stato, un giovane di 19 anni è stato arrestato per evasione. Gli agenti della Squadra Mobile hanno intercettato il giovane mentre tentava di fuggire su uno scooter. Dopo un breve inseguimento, è stato catturato e si è scoperto che era evaso il 3 aprile scorso...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE