E’ tornato in libertà Luca Caprio, alias o’ barbiere, 42 anni, di Napoli, accusato di essere un fornitore dell’organizzazione di contrabbandieri sgominata tre giorni fa dalla Guardia di Finanza e gestita dai fratelli Di Rosa nei palazzi Cirio di Mondragone. Caprio da ieri sera è libero.Assistito dall’avvocato Michele Salomone, ha ottenuto la revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari. A comunicarlo è lo stesso avvocato dell’uomo. L’operazione della Guardia di Finanza di Napoli, sotto il coordinamento della Dda di aveva portato all’ di sette persone e di altri tre(compreso Caprio) agli arresti domiciliari facendo scoprire un ingente traffico di sigarette di contrabbando tra il litorale Domizio e la provincia Nord di Napoli.

#EFEFEF; padding-top: 5px;">
LEGGI ANCHE  Napoli, taglia un albero pubblico e se lo porta via da Piazza Garibaldi

Napoli, traffico di ‘bionde’: torna libero Luca Caprio o’ barbiere
di Redazione Cronache per Cronache della Campania

ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Mariela Castro, nipote di Fidel, a Napoli per il congresso internazionale ‘La popolazione transgender e gender nonconforming’

Notizia precedente

L’Abate di Montevergine ‘fa pace’ con il prete ‘No Global’, don Vitaliano Della Sala, sul letto di morte

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..