Non ancora smaltita la delusione dello 0-0 conquistato in Champions contro la Stella Rossa, il Napoli si rituffa sul campionato per riprendere la corsa verso la Juventus e le zone alte della classifica. Il prossimo avversario sarà il Torino nel lunch-match domenicale che andrà in scena alle 12.30 allo stadio Olimpico Grande Torino, partita sicuramente complicata contro una squadra solida e allenata tra l’altro da un grande ex azzurro: quel Walter Mazzarri già allenatore del Napoli dal 2009 al 2013 e che ora in granata sembra aver ritrovato fiducia dopo l’opaca esperienza in Premier con il Watford di Gino Pozzo. Sarà Ancelotti contro Mazzarri, dunque, una sfida già andata in scena in altre 10 occasioni, con i precedenti che sono quasi tutti a favore del tecnico di Reggiolo: 7 vittorie per Carlo, solo 3 per Walter. Ma il tecnico dei granata può consolarsi con un dato molto interessate: è sua infatti l’ultima vittoria tra i due, un Sampdoria-Milan 2-1 che risale alla stagione 2008-09 grazie alle reti della coppia gol Cassano-Pazzini, oltre al gol ininfluente del milanista Alexandre Pato.SFIDA TRA BOMBER – Restando in tema di attaccanti, molto della sfida di domenica passerà dal duello a distanza tra i due bomber principi, Arek Milik e Andrea Belotti. Ma non sarà una sfida tra numeri 9, almeno non sulla carta: tutta ‘colpa’, se così possiamo dire, di Milik e della sua maglia 99; nel 2016 infatti il polacco infatti scelse di non raccogliere la 9 appena lasciata libera da Gonzalo Higuain, quasi un segnale di rottura rispetto ai grandi bomber della storia azzurra (Careca su tutti), scelta fatta in passato anche da uno come Edison Cavani che decise di optare per la numero 7. Quanto al rivale di Milik, invece, ci sarà un 9 vecchio stampo a tutti gli effetti: quel ‘gallo’ Belotti che dopo una stagione in chiaroscuro sta cercando di tornare la punta implacabile di due anni fa, quando chiuse l’anno addirittura con 26 gol e al terzo posto della classifica marcatori alle spalle di Dzeko e Mertens.LA CARICA DI KK – E chi tenterà di fermarlo a tutti i costi è l’azzurro Koulibaly, che ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ha parlato del pari in Champions e del suo rinnovo appena firmato con gli azzurri: “Contro la Stella Rossa abbiamo creato tanto, ma non siamo riusciti a segnare e sbloccare la partita. Sono convinto che possiamo mettere tutto a posto già alla prossima in casa contro il Liverpool: non abbiamo paura, saremo pronti e possiamo batterli. Rinnovo? Non ci ho pensato due volte e appena ho avuto la possibilità di allungare il mio contratto fino al 2023 l’ho fatto. Per questo ringrazio tutti: dal presidente allo staff, fino ai compagni di squadra. Sono molto contento di essere qui a Napoli e spero di ripagare la loro fiducia in campo”. Parola di Kalidou.

Nessun tag trovato per questo articolo.

Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..