Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cultura

StoryRiders, la manifestazione culturale di Torchiara alla sua quarta edizione

Pubblicato

il



, racconti, di , proiezioni cinematografiche, degustazioni di prodotti tipici cilentani. Il borgo medioevale di , nel cuore del , si trasforma così nel paese delle storie dal 31 agosto al 2 settembre con la quarta edizione di .
La , ormai nota per essere divenuta un luogo di stimolo e di confronto culturale, si svolgerà al Palazzo Baronale e nella Dimora storica Borgo Riccio. L’organizzazione è curata dall’associazione culturale Ergo South, in collaborazione con il Comune di , con la BCC Buccino Comuni Cilentani e con Sicme Energy, e gode dei patrocini della Regione Campania, della Provincia di Salerno, e del Parco Nazionale del , Vallo di Diano e Alburni.
Il Sessantotto, inteso quale fenomeno socio-culturale avvenuto a cavallo proprio del Novecento e il conseguente evolversi del ruolo della donna costituirà il file rouge  di . 2018 nel cinquantenario di quella che fu da molti definita la rivoluzione giovanile.
Testimoni d’eccezione, a , saranno il giornalista e saggista Marcello Veneziani, autore di più testi sul ‘68, Don Virginio Colmegna, Presidente della Fondazione  Casa della Carità di Milano che molto si attivò in quegli anni nel recupero dei giovani più estremisti,. A rendere la tre giorni ancora più ricca e interessante contribuiranno altri intellettuali che vissero quegli anni e che sono rimasti protagonisti della scena culturale italiana come Licia Giaquinto,  Cinzia Dato, Livia Aymonimo, Elio Rumma, Marcello Napoli e Alfonso Sarno.
“La , con il suo prestigioso parterre di ospiti, vuole rappresentare un’occasione di stimolo e di confronto culturale per il territorio. – afferma Angela Riccio, ideatrice della kermesse – Il tema di questa edizione sarà il ‘68 visto attraverso gli occhi delle donne, che sicuramente, nel bene o nel male, hanno assunto un ruolo diverso nella società dopo quella data”. L’inaugurazione della avverrà venerdì 31 agosto alle 17.00, presso il Palazzo Baronale di Torchiara, alla presenza di: Massimo Farro, sindaco di Torchiara; Luca Cerretani, vicepresidente Provincia di Salerno; Franco Alfieri, consigliere delegato all’Agricoltura della Regione Campania; Corrado Matera, assessore allo Sviluppo e alla Promozione del Turismo per la Regione Campania; Tommaso Pellegrino, presidente del Parco Nazionale del , Vallo di Diano e Alburni; Lucio Alfieri, presidente della BCC Buccino Comuni Cilentani.Sarà questo momento inaugurale che vedrà premiate le aziende d’eccellenza del territorio: Case Bianche, De Conciliis, Barone, Siniscalchi,Casearia Calabritto, la Giara, Tenuta Chirico, Santomiele, Stella del Sud, Alleva e Le Delizie dell’Acquavona. Dallo scorso anno  infatti si propone anche di raccontare le storie di produttori che coraggiosamente ma anche in modo assai lungimirante hanno puntato sulla qualità dei loro prodotti affermandosi sui mercati. Le aziende premiate assicureranno nei tre giorni della raffinate degustazioni dei loro prodotti a conclusione degli incontri di Palazzo Baronale alle 19.30.
Il vasto programma di StoryRiders ripropone anche quest’anno il Laboratorio di ri-creativa tenuto daRaffaele Aragona che si terrà venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre, dalle 16 alle 18, a Palazzo Baronale.
Quest’anno verrà proposta al pubblico di StoryRiders anche una mostra personale del grande maestro Elio Rumma dal titolo Piccolo concerto per sole chimere.Piccoli quadri che raccontano il sentire di una vita di un grande artista di origine salernitana.
Il “Salotto delle Storie” ormai ambientato nella splendida struttura cinquecentesca di Palazzo de Conciliis ogni pomeriggio sarà articolato attraverso due appuntamenti che vedranno l’alternarsi di giornalisti, scrittori e uomini di cultura:venerdi 31 agosto  dalle 18 alle 19 Alfonso Sarno Giornalista de Il MattinoIntrodurrà e coordinerà la tavola rotonda Storie di aziende eccellenti e storielle di antiche ricette; seguiràdalle 19 alle 20Licia Giaquintoche racconterà Storie di donne estreme del sud .Sabato 1 settembre dalle 18 alle 19.00 sarà Gianguido Palumbo a commentare il video racconto Mani Nude una storia di donne ambientate a Matera mentre domenica 2 settembre dalle 18 alle 19 Livia Aymonino e Cinzia Dato interverranno raccontando Gli ultimi sessant’anni attraverso gli occhi delle donne dalle pari opportunità ai pari opportunismi.;seguiranno dalle 19 alle 20 Marcello Napoli e Angela Riccio che intervisteranno Elio Rumma sulla sua vita d’artista e non solo.
Tre gli appuntamenti serali che si terranno alle 21.30 a Borgo Riccio nel Salone Milano. Tra gli ospiti più attesi il giornalista e saggista Marcello Veneziani che interverrà la sera di venerdì 31 agosto alle 21.30, a Borgo Riccio, per raccontare “Quel che resta del ‘68”, quando come afferma  Veneziani “nacque il nostro mondo sconfinato, in tutti i sensi, che ha perso il senso della misura e del limite”. Altro appuntamento molto atteso è quello di sabato 1 settembre alle 21.30, a Borgo Riccio, con la proiezione del film “68 L’utopia della ragione” prodotto dall’Istituto Luce e Lantia, con il commento straordinario di don Virginio Colmegna. La proiezione sarà preceduta da Raffaele Aragona e Cinzia Dato che offriranno al pubblico una performaceletteraria “A tavola con Lumiere”.
Gran finale, domenica 2 settembre, alle 21.30, a Borgo Riccio, con la premiazione del concorso letterario Common People, riservato ad aspiranti scrittori e fotografi con l’assessore Cultura e Turismo del comune di Torchiara, Gennaro Guida, e con Milena Esposito di Argo Libro. La cerimonia sarà presentata da Nunzia Schiavone.

Continua a leggere

PUBBLICITA

Cultura

Annunciati i 10 finalisti del Premio Musica contro le mafie

Pubblicato

il

finalisti musica contro le mafie

Annunciati i dieci artisti ammessi alla finale del Premio Musica contro le mafie – undicesima edizione
Erica Mou, Gabriella Martinelli e Dario Brunori primi 3 “Giudici on Streaming”

Dopo 22 giorni di votazioni la direzione artistica di Mvsm annuncia i dieci nomi ammessi alla finale dell’undicesima edizione del Premio nazionale Musica contro le mafie.
Le Finali “Live from Everywhere” si svolgeranno nella terza settimana dicembre 2020 e sarà possibile vivere l’esperienza in streaming collegandosi sulla pagina Facebook musicacontrolemafieofficial e ad una rete di numerosi partner e sostenitori.

Il Premio Musica contro le mafie 11^ edizione giunge alle Fasi Live che quest’anno saranno realizzate tra virtuale e reale, nella modalità che sta sempre più diventando cifra stilistica dell’organizzazione.
709 i brani candidati per questa edizione straordinaria, 312 artisti quelli ammessi al voto di tre giurie (Giuria Responsabile, Giuria Social e Giuria Studentesca) che hanno selezionato i 10 Finalisti.
Il lungo percorso si avvicina sempre più verso l’importante momento conclusivo della premiazione che si terrà a “Casa Sanremo” durante la settantunesima edizione del festival della Canzone Italiana.

“Si preannuncia una finale diversa da quelle che siamo abituati a vivere da 10 anni a questa parte, circondati da migliaia di studenti provenienti da ogni parte d’Italia” – dice il Presidente Gennaro de Rosa – “Ne conserviamo dentro l’energia da sempre e ci servirà per trasformare l’emergenza in opportunità di maggiore diffusione. Siamo i protagonisti di un cambiamento epocale, ne siamo stati tutti, per un po’, di mesi attori impreparati. Oggi abbiamo invece il dovere di essere consapevoli e soprattutto capaci di interpretare la nostra parte. Sarà una edizione davvero straordinaria ed indimenticabile”.
I primi due “Giudici On Streaming” annunciati sono Gabriella Martinelli e Dario Brunori che insieme ad una “Giuria Social” ed una novità assoluta rappresentata dalla “Giuria Generation Z”, decreteranno il vincitore del concorso che ha come obiettivo la valorizzazione della musica che diffonde Buone Idee e Buone Prassi.
[puzzle foto o link alle foto dei principali giurati]

La “Giuria Generation Z” impegnata a dare un’ulteriore punto di vista critico che nasce da giovanissime musiciste che hanno già un importante percorso artistico.

La “Giuria Generation Z”, impegnata a dare un’ulteriore punto di vista critico che nasce da giovanissime musiciste che hanno già un importante percorso artistico, è composta da:
Giovanna Camastra (Semifinalista Sanremo Young), Noemi Bruno (Premio Critica Mia Martini, Finalista Musicultura), Bianca Provenzano (Finalista All Togheter Now, Next Generation 2019), Giulia Aloia (Premio Gianni Ravera, dal 2019 lavora in USA con Royal Caribbean come Broadway Performer e Lead Vocalist).

Questi i Finalisti e i titoli dei brani della XI Edizione del Premio Musica contro le mafie:

Davide Ambrogio con “A San Michele” [Roma]
Cobram con “Rivoluzione” [Torino]
Emanuele Conte con “Ridono” [Povegliano (TV)]
Lucio Leoni con “Francesca” [Roma]
Joseph Foll con “Sbadiglio” [Mondragone (CE)]
Daniele De Gregori con “Prima gli Italiani” [Roma]
Donix con “Siriana” [Napoli]
Marte con “Fiesta” [Genova]
De Almeida con “Rosalia” [Palermo]
Alessandra Chiarello con “My Gun is my voice” [Rende (CS)]

I finalisti si contendono i seguenti premi:
> 10.000 euro per l’organizzazione di un tour.
Premio che viene dal bando premi e concorsi di Nuovo Imaie grazie alla legge (93/92)
e ancora:
– 2 Concerti Retribuiti in Europa: Lille (Francia) – Bruxelles (Belgio) grazie alla partnership con Smart.
– Esibizione sul palco dell’Uno Maggio Libero e Pensante di Taranto 2021.
– Esibizione presso “Casa Sanremo” 2021.
– Esibizione sul palco della giornata nazionale della legalità di Palermo 2021 con brano ri-arrangiato ed eseguito dalla banda della Polizia di Stato.
– Tour all’interno dei Festival del Circuito Keepon Experience.
(https://www.musicacontrolemafie.it/11edizione/i-premi/)

Tanti gli altri Premi Speciali che verranno assegnati dalla giuria: la possibilità di partecipare direttamente alle fasi finali live del contest 1MNEXT, iniziativa ufficiale che da diritto ad un slot per il palco del Concerto del Primo Maggio di Roma 2021. Inoltre la Menzione Speciale del Club Tenco, il Premio Officine Buone che darà la possibilità di fare un tour in una serie di Strutture Ospedaliere ed essere ospiti della Finale Nazionale di Special Stage 2021. Inoltre verrà assegnata una borsa di produzione o studio grazie ad Acep e Unemia.

Altra novità assoluta di questa edizione il premio “Once Upon a Star” con la collaborazione di TIMMUSIC, che da quest’anno sarà dedicato ai grandi artisti del passato e riservato ai 10 finalisti. In occasione del 40° annniversario della sua morte Musica contro le mafie ha deciso di celebrare uno dei più grandi artisti del secolo scorso: John Lennon. Musicista, attivista, voce sempre fuori dal coro e sognatore di un mondo più giusto, assassinato all’ingresso del Dakota Building l’8 dicembre del 1980.
I 10 finalisti saranno chiamati, oltre ad eseguire il loro brano, a interpretare una cover del repertorio di John Lennon che sarà assegnata dall’organizzazione e dovrà essere eseguita dal vivo. Sarà TIMMUSIC a scegliere il vincitore!

Potrebbe interessarti anche https://www.cronachedellacampania.it/2020/10/musica-contro-le-mafie-annunciata-la-giuria-responsabile/

#Mvsm11 gode delle partnership di Casa Sanremo, Uno maggio Taranto, Club Tenco, Primo Maggio Roma, Officine Buone, KeepOn Live, Michele Affidato, Smart, Avviso Pubblico, Legambiente, Unione degli Studenti, Polizia di Stato, RaiNEws24, TimMusic, PoliziaModerna, FeeLLove
E con il Supporto di: NUOVO IMAIE, AFI, ACEP, UNEMIA, OmniaEnergia, Edizioni Emmekappa.

Associazione Musica contro le mafie on line
web site: https://www.musicacontrolemafie.it/
Facebook: https://www.facebook.com/musicacontrolemafieofficial/
Instagram: https://www.instagram.com/musicacontrolemafie/

Continua a leggere

Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?