Premio agli stabiesi illustri con ‘Rosso di Stabia’

L’orgoglio di sentirsi Stabiesi attraverso l’esempio di cittadini illustri che hanno portato in alto il nome di Castellammare. Ovvero il piacere di appartenere a una Comunità ricca di storia, arte e cultura che aspira a ritornare grande e a uscire dalla crisi che l’attanaglia.
La manifestazione “Rosso di Stabia” si svolgerà domenica 8 luglio alle ore 21 nel Giardino di Arianna, a due passi dall’omonima Villa. La kermesse, ideata da Stefano Fontanella in collaborazione con Pierluigi Fiorenza, intende non solo rinsaldare il legame d’affetto tra gli Stabiesi e la loro Città ma anche valorizzare i prodotti tipici della nostra terra attraverso degustazioni di vini e piatti della cucina campana e preparati per l’occasione dallo chef Rino de Feo. Nel corso della terza edizione di Rosso di Stabia saranno premiati la cantante Fiorenza Calogero, lo chef Rino De Feo, il campionissimo di canottaggio Ciccio Esposito, l’attore regista e autore Gianfelice Imparato, lo storico ricercatore Giuseppe Plaitano, il condirettore del Corriere della Sera Antonio Polito, il maggiore dei Carabinieri Donato Pontassuglia, il Procuratore Capo della Repubblica di Napoli sezione Corte d’Appello Luigi Riello, l’ingegnere aerospaziale Antonio Salza, l’attore e scrittore Gerardo Scala, il direttore responsabile delle infrastrutture del Cern di Ginevra Luigi Scibile e le cantanti Viviana Cangiano e Serena Pisa.
Il Premio Radici consiste in una stampa d’arte, a tiratura limitata, realizzata dal maestro Umberto Cesino. L’opera raffigura una Fontana misteriosa su cui l’artista ha raggruppato elementi tipici dei beni paesaggistici e culturali di Castellammare come il Perseo e le due citariste di Villa San Marco e una conchiglia con cavallucci marini in rappresentanza della risorsa acqua. Nelle due edizioni precedenti di Rosso di Stabia sono stati insigniti del “Premio Radici – Eccellenze” gli ex calciatori Salvatore Di Somma, Gennaro Olivieri e Gennaro Iezzo; il Circolo Nautico Stabia; Anna Pane, campionessa italiana dei 400 metri ostacoli; Catello Russo, campione europeo di Vela; Giulio De Stefano, medaglia di bronzo di Vela alle Olimpiadi di Roma e ancora il giudice costituzionale Raffaele Sabato, il comandante della Capitaneria di Porto di Castellammare Guglielmo Cassone, il sito web Libero Ricercatore e altri ancora.
“Il futuro di Castellammare è più che mai nelle mani degli Stabiesi e i suoi figli illustri, premiati col Rosso di Stabia, dimostrano che ognuno di noi può e deve contribuire alla rinascita della Città”, dichiarano Stefano Fontanella e Pierluigi Fiorenza.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati