Ministro Grillo a Napoli, i medici ringraziano e rilanciano: “No alla chiusura notturna e più sicurezza”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. La visita del Ministro Grillo negli ospedali napoletani e in particolare all’Ospedale del Mare dopo il caso della chiusura del reparto per la festa del primario, il sindacato dei medici italiani ringrazia il Ministro per la visita e rilancia. “Lo Smi di Napoli esprime tutta la sua soddisfazione per la visita del Ministro della Salute nella nostra città – scrive in una nota il segretario Ernesto Esposito – per la sensibilità ed attenzione ancora una volta dimostrata verso i cittadini campani. Un giusto richiamo da parte del Ministro della salute Giulia Grillo da Napoli alla corretta applicazione dell’art. 32 della costituzione per tutelare il fondamentale diritto alla salute dei cittadini”. Il Sindacato dei medici Italiani, continua la nota, è contrario ad ogni tipo di taglio all’assistenza sanitaria in Italia. “In particolare ci opponiamo al modello di assistenza territoriale h16 – dice Esposito – che potrebbe eliminare del tutto l’assistenza sanitaria nelle ore notturne cioè dopo la mezzanotte attualmente garantita dalla ex guardia medica”. Secondo lo Smi, invece, per dare  per una risposta concreta alla crescente e diversificata domanda di Salute, occorre garantire maggiore sicurezza ai medici ma senza chiudere i presidi notturni di continuità assistenziale. Inoltre è necessario vigilare sulla rete della emergenza sanitaria 118 e su possibili scenari pericolosi di demedicalizzazione delle ambulanze. E’ ancora in corso la contrattazione presso la SISAC a Roma per il rinnovo dell’A.C.N. della medicina generale  ed e’ per questo che ci appelliamo al Ministro della Salute affinchè, per quanto di competenza, verifichi  personalmente tutti gli atti ed il rispetto della vigente legge Balduzzi(158/12) oltre che dell’applicazione dell’art. 32 della Costituzione.







LEGGI ANCHE

Teatro Bolivar: per la rassegna ‘Piccole storie di eroi’, in scena ‘Pierrot Napoliter’

Continua, con il terzo dei quattro spettacoli, la rassegna #Familyhero, a cura di Martina Zaccaro, pensata per tutta la famiglia. Il Teatro Bolivar, via Bartolomeo Caracciolo 30, diretto da Nu’Tracks, ospiterà sabato 2 marzo alle ore 17.00 la rassegna teatrale "Piccole storie di eroi" a cura di Martina Zaccaro. Lo spettacolo offerto dalla Compagnia Poster - Popolare d’Avanguardia, intitolato "Pierrot Napoliter", è parte del programma educativo per le famiglie denominato "FamilyHero". Tratto liberamente dal celebre film...

Napoli, incendio in un cantiere in piazza Duca degli Abbruzzi

Ieri sera, il nucleo radiomobile dei carabinieri di Napoli è intervenuto in piazza Duca degli Abruzzi, dove si è sviluppato un incendio all'interno di un cantiere di fronte all'ex mercato ittico.   Le fiamme hanno coinvolto alcune tubature in plastica, ma fortunatamente non ci sono stati feriti, grazie all'intervento tempestivo dei vigili del fuoco. Al momento sono in corso indagini per determinare l'origine e la dinamica dell'incendio, considerando tutte le ipotesi possibili. L'allarme è stato lanciato dai...

Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato a raggiungere i tuoi obiettivi. È il momento ideale per mettere in pratica le tue idee e per concentrarti sulle tue passioni. Toro: potresti sentirti un po' confuso riguardo alle tue priorità e ai tuoi obiettivi. È importante prenderti del tempo per riflettere e per capire cosa è veramente importante per te. Gemelli: oggi potresti essere...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE