Un agente di polizia penitenziaria in servizio presso il carcere fiorentino di Sollicciano e’ stato aggredito ieri da un detenuto, che lo colpito con un pugno al volto procurandogli un trauma facciale giudicato guaribile in quattro giorni. Dell’episodio da’ notizia il segretario regionale del sindacato Uil pa polizia penitenziaria Eleuterio Grieco. L’aggressore, spiega il sindacato, e’ un fiorentino che gia’ in passato si sarebbe reso protagonista di episodi di violenza. Secondo i dati diffusi da Uil pa, da aprile 2018 a Sollicciano si sarebbero verificate almeno 18 aggressioni, a cui se ne devono aggiungere altre degli ultimi giorni. “Quella delle aggressioni al personale e’ una vera emergenza – afferma Grieco -, Sollicciano e’ una realta’ che deve elaborare delle risposte legittime alle pressanti istanze di tutela della salute del personale di polizia”. “In questi casi – aggiunge – dobbiamo parlare di veri e propri infortuni sul lavoro dove il datore di lavoro e’ obbligato a porre immediati correttivi, altrimenti intervenga con urgenza la magistratura accertando le relative responsabilita’ sulle gestione del penitenziario fiorentino”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati