napoli

Napoli. Bomba dei signori del racket in pieno centro semina il panico in via Toledo. E’ accaduto nella tarda serata di ieri subito dopo l’incrocio con la rotatoria di via VII Settembre. Nel mirino è finito un bar dismesso. Una bomba di grosse dimensione ha distrutto le vetrine del negozio causando un incendio che ha causato seri danni all’attività commerciale fuori uso e portato il panico tra la gente che si trovava in strada e tra gli abitanti del quartiere. Solo un caso ha voluto che qualcuno di passaggio non fosse investito dalla deflagrazione. Due persone comunque sono rimaste intossicate dal fumo dell’incendio e portate al Vecchio Pellegrini. Immediati sono scattati i soccorsi, con polizia e pattuglie dell’esercito che hanno bloccato la strada per evitare che curiosi si potessero avvicinare. in tilt il traffico automobilistico nella zona. I vigili del fuoco hanno avviato l’intervento di spegnimento non senza difficoltà, in quanto le fiamme hanno raggiunto il primo piano dell’edificio sotto il quale insiste il bar. Gli agenti della squadra mobile di Napoli che hanno avviato le indagini hanno subito preso visione delle immagini del servizio di video sorveglianza pubblico e anche di quelle private nella zona per aver frame utili ad individuare gli autori dell’attentato. Non ci sono dubbi sulla matrice camorristica e le indicazioni portano tutte alla zona di Montecalvario. con l’estate ormai alle porte i clan chiedono la riscossione del pizzo per agosto. Una storia che ripete purtroppo, da anni. Il locale dove si è verificata l’esplosione ospitava, fino a qualche mese fa, il bar Le Shabby Chic. Stesso nome, e stessi proprietari, della caffetteria di via Pessina che era rimasta distrutta in un incendio il 10 novembre 2017. Stanotte i Vigili del Fuoco, durante i rilievi avviati subito dopo le operazioni di spegnimento, avrebbero trovato tracce di un ordigno artigianale

LEGGI ANCHE  Napoli: condannato per reati nel 1999, in cella dopo 21 anni

 


Di Redazione


Ti potrebbe interessare..