google news

Il figlio arrestato nel blitz e lui muore d’infarto

Pietro Volpe, novantadue anni, è morto per un arresto cardiaco alle otto del mattino di mercoledì, dopo aver saputo dell’arresto di suo figlio Francesco, funzionario dell’Ufficio Ragioneria del comune di […]

    Pietro Volpe, novantadue anni, è morto per un arresto cardiaco alle otto del mattino di mercoledì, dopo aver saputo dell’arresto di suo figlio Francesco, funzionario dell’Ufficio Ragioneria del comune di San Mauro Cilento. Notte insonne, quella del blitz, anche per la figlia di dieci anni del vicesindaco Fernando Marrocco, che ha avuto una crisi respiratoria ed è stata ricoverata all’ospedale San Luca di Vallo della Lucania.
    Il blitz ha portato all’arresto, oltre che dei funzionari Francesco Volpe e Angelo Cilento, anche dei consiglieri comunali Pasquale Volpe e Fabrizio Cusatis, del sindaco di San Mauro Cilento Carlo Pisacane, del vicesindaco Fernando Marrocco, dell’assessore Angelo Di Maria, del segretario comunale Claudio Auricchio e di Alfonso Palmieri, amministratore delegato di una ditta di trasporti operante nel settore della raccolta dei rifiuti. Una clamorosa retata nella quale la magistratura ha delineato un quadro accusatorio che parla di corruzione e gestione familistica della cosa pubblica da parte di amministratori e funzionari di San Mauro Cilento.
    In paese parlano del sindaco come una persona brava, umile e sempre disponibile: “Saranno stati superficiali – commenta una signora – ma non hanno fatto male a nessuno”. La comunità locale sta cercando di organizzare una manifestazione di piazza per far sentire il proprio sostegno al sindaco Pisacane e agli altri amministratori e funzionari coinvolti nella vicenda giudiziaria.

    google news

    ULTIME NOTIZIE

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    CRONACHE TV