Cocaina dal Sud America nascosta nello shampoo e nelle creme grazie a corrieri donne: 9 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Cocaina importata dal Sud America per le principali piazze di spaccio romane, ma anche di altre province italiane. I carabinieri della compagnia Roma Centro, coadiuvati dai militari del Comando provinciale, stanno eseguendo un’ ordinanza di applicazione di misure cautelari, emessa dal gip di Roma su richiesta della DDA capitolina, nei confronti di 9 persone (4 in carcere e 5 ai domiciliari), accusate di traffico internazionale di cocaina. A quanto accertato il gruppo, costituito da peruviani e capeggiato da un latitante internazionale, catturato nel corso delle indagini, importava ingenti quantitativi di cocaina purissima dal Sud-America tramite corrieri, prevalentemente donne incensurate, che nascondevano la droga dopo un particolare processo chimico effettuato in Sud America che la rendeva una crema densa e inodore. La droga veniva nascosta all’interno di confezioni di shampoo e altri prodotti cosmetici ed era impossibile da individuare ai controlli anche perche’, secondo gli investigatori, il confezionamento avveniva in contenitori non modificati, con la complicita’ di industrie di marchi famosi a livello internazionale.
La cocaina grezza, con gradi di purezza anche del 99%, una volta giunta a Roma veniva sottoposta a specifici trattamenti chimici da alcuni membri dell’associazione specializzati nella “cottura” per essere trasformata alla classica forma. La droga era destinata principalmente ai luoghi della movida del centro della Capitale: dal Pigneto a Trastevere, Campo de’ Fiori e Lungotevere. In diverse perquisizioni i carabinieri hanno trovato oggetti per il culto della cosiddetta Santeria cubana. A quanto emerso dalle intercettazioni, gli arrestati rievocavano genitori e antenati defunti, pregando e offrendo sacrifici su altarini a loro dedicati, per la ‘buona riuscita’ dei traffici internazionali di cocaina. In alcuni casi hanno lanciato delle vere e proprie macumbe ai carabinieri intervenuti. Le attivita’ investigative, svolte da marzo a novembre 2016 dai carabinieri della stazione di Piazza Farnese e della Compagnia Centro, sono state coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia romana con l’ausilio della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (D.C.S.A.) L’indagine ha portato alla denuncia complessivamente di 22 indagati, a 23 arresti in flagranza per spaccio, al sequestro complessivamente di 17 chili di cocaina purissima e al sequestro di oltre 60mila euro ritenuti provento dei traffici internazionali.


telegram

LIVE NEWS

Gaetano Di Vaio: da ribelle a protagonista del riscatto napoletano

Napoli. Una vita da romanzo, tra dannazione e riscatto,...

DALLA HOME

Gaetano Di Vaio: da ribelle a protagonista del riscatto napoletano

Napoli. Una vita da romanzo, tra dannazione e riscatto, spenta a soli 56 anni. Gaetano Di Vaio, produttore, attore, sceneggiatore e figura chiave del cinema napoletano degli ultimi vent'anni, si è spento dopo un grave incidente in scooter avvenuto la scorsa settimana. Nato a Piscinola, quartiere difficile di Napoli, Di...

In Campania allarme scommesse: la diffusione tra i giovani

Il primo posto per il gioco online in Italia è della Campania, che nel 2022 ha visto i cittadini spendere 10 milioni e 482.000 euro, pari a 1.874 euro a testa. Inoltre, la Campania è la prima regione italiana per conti online di gioco aperti, con oltre tre milioni di...

CRONACA NAPOLI

TI POTREBBE INTERESSARE