Napoli, clochard derubato di pochi euro: ora chiede un posto dove dormire

SULLO STESSO ARGOMENTO

Chiede solo un posto dove poter dormire tranquillamente per mettersi al riparo dalle periodiche aggressioni da parte di malviventi che gli sottraggono i pochi euro di pensione che percepisce mensilmente e che gli sono indispensabili per qualche piccola esigenza. Dopo aver subito l’ultimo colpo, Salvatore, un clochard di 75 anni originario della Liguria che pero’ da qualche anno si e’ stabilito a Napoli, vivendo nella zona compresa tra via Toledo e piazza Carita’, questa mattina si e’ sentito male. Non ha retto alla collera dopo l’ultimo raid avvenuto, come egli stesso ha detto a chi per primo lo ha avvicinato, nella serata di ieri. Soccorso dai volontari della Croce Rossa e’ stato accompagnato all’ospedale “Vecchio Pellegrini” che lascera’ dopo gli accertamenti previsti. Di solito Salvatore riesce a procurarsi un pasto dalla Caritas e qualche abito pulito grazie alla generosita’ di alcune funzionarie della vicina sede dell’Agenzia delle entrate. Nelle scorse settimane alcuni balordi della zona oltre ai soldi gli hanno portato via anche le scarpe: piu’ che un furto sembra uno sfregio. Salvatore avrebbe bisogno di un tetto: “Per va bene qualsiasi struttura”, ha detto con un filo di voce. 






LEGGI ANCHE

Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE