Arzano, dopo le frizioni in maggioranza si pensa a un ‘Governo di Salute Pubblica’

google news

Arzano. Dopo le frizioni in maggioranza, la città fa quadrato intorno al che a più riprese avrebbe paventato il suo abbandono. Possibile nascita di un governo di “Salute Pubblica”. Dopo la riunione infuocata tra le varie anime della maggioranza, dove il gruppo degli “scissionisti” fuoriusciti da De.mA e la lista di ABC, avrebbero imposto l’out out alla compagine di governo con una serie di richieste “irricevibili”. Sul tavolo, almeno dalle indiscrezioni che trapelano, la “testa” di due dirigenti, due assessorati forti e una serie di atti che andrebbero a snaturare l’approvazione del REC. Proposte e richieste che alla luce delle numerose indagini e fari accesi della Prefettura, appaiono non solo compromissive di una limpida azione di governo voluta dal sindaco Fiorella Esposito, ma addirittura dannose ed indirizzate a favorire i “soliti noti” che in città da oltre un ventennio determinano sistematicamente vita e morte della amministrazioni. Ed ecco che la politica si interroga e forse decide finalmente di fare fronte comune contro l’avanzata socialista con l’idea di rilanciare un governo di “Salute Pubblica” che fermi sul nascere la politica del “ricatto”. Senso di responsabilità che sarebbe condiviso anche dal mondo dell’informazione per porre un argine alla “mala politica”.

 Raffaele Desiani