Truffe on line di smartphone e computer: in manette la ‘coppia del crimine’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria di questa Procura hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare applicativa della misura carceraria nei confronti di D.M.G. e degli arresti domiciliari nei confronti di F.B., emessa dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della Procura
Sono in contestazione plurimi episodi di truffa aggravata dalla minorata difesa: infatti, i carabinieri, coordinati da questa Procura, hanno accertato che gli indagati -dal febbraio 2015 e al dicembre 2017- si erano resi protagonisti di plurimi episodi di truffe on fine; in particolare, gli stessi, servendosi di molteplici profili facebook, di diverse carte postepay, nonché di utenze telefoniche, mediante le quali entravano in contatto con gli ignari acquirenti, avevano elaborato un “protocollo criminale” volto a realizzare, in maniera seriale, reati di truffa, consistiti nella vendita fittizia di prodotti, quali smartphone, altri strumenti tecnologici e capi di abbigliamento.
Tali circostanze sono state documentate analizzando le numerosissime querele sporte in varie zone d’Italia; i flussi di denaro sulle carte postepay; il traffico telefonico delle diverse utenze telefoniche attivate; l’escussione di persone informate sui fatti.
Particolarmente utile, nel corso delle investigazioni, l’impiego di fonti aperte, consistite nell’attenta analisi anche del flusso di comunicazioni -non riservate­ che “viaggiano” attraverso il socia/ network facebook, dove erano stati creati, da alcune vittime dei raggiri, “gruppi di solidarietà”, aventi come finalità proprio quella di mettere in guardia ulteriori potenziali vittime rispetto alla dilagante e inarrestabile attività criminale perpetrata dalla coppia, oggi  arrestata.






LEGGI ANCHE

Omicidio dell’innocente Raffaele Pisa: ergastolo anche in appello per Perfetto e Legnante

E' arrivata la sentenza di Appello per i due killer della vittima innocente Raffaele Pisa: ergastolo per Vitale Perfetto, conosciuto come "piett e fierr"...

Arrestati due funzionari del porto di Gioia Tauro: facevano entrare la droga dal Sud America

I Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento che dispone la custodia cautelare in carcere nei confronti di due funzionari...

Jamie torna con un nuovo singolo: ‘Un pezzo di me’

In un'epoca in cui la scena musicale è spesso saturata di messaggi superficiali, il cantautore marchigiano Jamie, dopo il successo delle sue precedenti release...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE