Torre Annunziata, ancora una stesa nel rione Penniniello: torna la paura

SULLO STESSO ARGOMENTO

Torre Annunziata. Ancora spari nei rioni caldi della città. La scorsa notte gli agenti del commissariato oplontino sono intervenuti nel parco Penniniello. Almeno cinque i colpi in aria sparati da ragazzi in scooter tra i palazzi del rione. I proiettili non hanno centrato nessun bersaglio ma hanno comunque creato scompiglio tra gli abitanti delle palazzine. Per gli investigatori si tratta di un chiaro avvertimento maturato negli ambienti dello spaccio di droga vicini ai clan ella camorra. Sul posto gli agenti agli ordini del dirigente Vincenzo Gioia hanno ritrovato tre bossoli calibro 9. Proprio su quella zona si affaccia l’abitazione di un pregiudicato del clan Gallo detenuto ai domiciliari e non è da escludere che il raid potrebbe essere indirizzato a lui. Seconda ipotesi potrebbe essere anche che i pistoleri abbiano sparato in aria semplicemente in quella zona per farsi sentire dai big del quartiere. Alcune notti prima, invece, gli spari erano stati sentiti dai residenti in via Oplonti, nel rione Provolera, nei pressi della casa Maresca, una delle famiglie prima vicine ai Gallo-Cavalieri, oggi considerate il “terzo sistema” di camorra. Il rione Provolera in particolare resta uno dei quartieri più caldi di Torre Annunziata: lì vivono molti pregiudicati un tempo vicini al clan Gallo-Cavalieri o alla famiglia Chierchia-Fransuà alleata alla famiglia dei Gionta.






LEGGI ANCHE

Sold out a Oporto per il festival ‘SEA and YOU’ ideato da Napulitanata, unico spazio-stabile della canzone n...

La canzone napoletana di Napulitanata seduce l’audience di Oporto e diventa regina del festival SEA and YOU in compagnia di fado e flamenco. Un festival...

Ordine dei Geologi: “A Napoli urgente indagine sul sottosuolo”

L'Ordine dei Geologi della Campania ha sollecitato un puntuale monitoraggio del territorio napoletano, iniziando dai quartieri più a rischio come il Vomero, in seguito...

Avellino, scoperti telefoni e droga nella cella del boss

La polizia penitenziaria ha effettuato una perquisizione straordinaria nella cella di un boss della camorra all'interno del carcere di Avellino, dove sono stati scoperti...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE