Gragnano, spese folli dell’ex presidente del consiglio comunale: 4 anni di carcere per Coticelli

SULLO STESSO ARGOMENTO

Gragnano. Pesante condanna a 4 anni di carcere per Giuseppe Coticelli, l’ex presidente del consiglio comunale di Gragnano, accusato di peculato nell’ambito del troncone del procsso delle spese facili al comune durante l’ultimo mandato elettorale a sindaco di Michele Serrapica. Assolto invece il dirigente comunale Vincenzo Cirillo. . Secondo l’accusa, Coticelli avrebbe usato i soldi del comune per pagarsi cene e viaggi ma anche per comprare giornali e caffè la mattina. Soldi che figuravano nell’apposito capitolo di bilancio “spese di rappresentanza del presidente del consiglio comunale”. Scontrini e fatture  senza alcuna rendicontazione. L’accusa è riuscita a dimostrare ad esempio che Coticelli durante  un corso di aggiornamento a Roma sulla pubblica amministrazione dopo la riforma Brunetta,  avesse presentato scontrini e fatture per 800 euro tra viaggi in treno, spostamenti in taxi, soggiorno in albergo. Tra le spese c’è anche un lauto pranzo da 174,50 euro nel ristorante “Capricci siciliani”. Ma siccome Coticelli era una persona magnanima non disdegnava di inviare sempre omaggi floreali e guarda caso si rivolgeva sempre allo stesso negozio, che era di proprietà del cognato: 2.250 euro in due anni tra forniture di fiori e piante.




LEGGI ANCHE

Salerno, litiga in strada: poi va in ospedale e muore

Un uomo è morto in ospedale dopo una lite in strada a Salerno. Le indagini della Squadra Mobile, diretta dal vicequestore Gianni Di Palma, sono in corso per chiarire la dinamica dell'accaduto. Secondo una prima ricostruzione, il fatto è avvenuto ieri pomeriggio in via Vinciprova. Due uomini, presumibilmente entrambi stranieri, avrebbero avuto un litigio. Un 49enne georgiano è stato trasportato in ospedale dai sanitari del 118, ma è deceduto poco dopo.Al momento non è chiaro se...

Napoli, cittadino pakistano accoltellato e rapinato di mille euro a Forcella

Nella serata di ieri, i carabinieri della stazione di Borgoloreto sono intervenuti a Vico Secondo Santa Maria Avvocata nella zona di Forcella in seguito a una chiamata al 112, che segnalava un episodio di violenza. Un cittadino pakistano di 39 anni senza precedenti penali sarebbe stato aggredito da un gruppetto di persone non identificate, riportando ferite da arma bianca alla gamba destra. Il ferito è stato soccorso dal personale del 118 e trasferito al pronto soccorso...

Prima il boato e poi la scossa di magnitudo 3.4: gente in strada a Pozzuoli e Napoli

Prima un forte boato e  poi la scossa, forte da far tremare vetri di finestre e balconi  e lampadari nelle case. Molti si sono riversati in strada sia a Pozzuoli sia nei comuni e flegrei e nei quartieri di Napoli confinanti. Una domenica mattina di paura insomma. I social sono stati invasi di commenti. La scossa di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 10:01 nella zona dei Campi Flegrei. Il sisma ha avuto il suo ipocentro...

Camorra a Caivano, il clan Ciccarelli contro i pentiti: “…Guappi di cartone”

Salvatore Ciccarelli fratello del boss su tik tok si scaglia contro Pasquale Cristiano e Mariano Alberto Vasapollo

Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE