Avevano realizzato una finta banca e truffato decine di imprenditori: 5 ai domiciliari

SULLO STESSO ARGOMENTO

Stamane Ufficiali di PG in servizio presso il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria del Comando Provinciale Guardia di Finanza di Salerno, hanno eseguito un’ordinanza applicativa delle misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno, su richiesta della Procura della Repubblica di Salerno, nei confronti di 5 indagati ritenuti responsabili di numerose truffe ai danni di imprenditori; contestualmente è stato emesso anche un decreto di sequestro preventivo di beni nella disponibilità degli stessi indagati pari al valore del profitto illecitamente conseguito quantificato in circa un milione di euro.
La complessa attività investigativa ha trovato la sua genesi in alcune denunce presentate da alcuni imprenditori; i successivi accertamenti svolti dai militari della Guardia di Finanza hanno consentito di disvelare l’esistenza di un’associazione a delinquere operante a livello nazionale dedita alla commissione di truffe seriali, di cui 13 probatoriamente accertate; in particolare gli indagati, approfittando di imprese che avevano l’esigenza di ottenere finanziamenti, ponevano le vittime in contatto con la sedicente filiale di Salerno della Credibanka, proponendo, sin da subito, vantaggiosi contratti di finanziamento per i quali venivano da subito richiesti cospicui versamenti per i costi delle operazioni di finanziamento che poi risultavano fittizie.
La mise en scene beneficiava di un vero e proprio “set cinematografico” realizzato nei minimi dettagli, con la creazione di una reception, di lussuosi uffici, di personale e persino di utenti presenti nella sala d’aspetto dichiarantisi pienamente soddisfatti dei finanziamenti concessi dalla società creditizia “fantasma”.






LEGGI ANCHE

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE