Napoli. In , già da ieri sono scattati i piani di intervento per l’emergenza freddo dei senza fissa dimora. Aperte come di consueto a Napoli stazioni della metropolitana, in particolare quella del Museo. La Comunità di Sant’Egidio continua la raccolta straordinaria di coperte, cappelli di lana, sacchi a pelo, thermos e generi di conforto che saranno distribuiti durante le cene itineranti che la Comunità offre durante tutto l’anno ai , iniziative che in questi giorni sono moltiplicate. Per dare riparo a chi vive per strada, aperta la chiesa di san Nicola a Nilo, nel centro storico, in via San Biagio dei Librai, da lunedì a sabato dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 20.00 e la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 20.00. Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, ha disposto il prolungamento del servizio di accoglienza dei senzatetto nella struttura di via dei Carrari. Fino a quando non terminerà l’emergenza freddo, nell’adiacente ristorante sociale Elpis saranno offerti pasti caldi a chi trova ricovero nella struttura. In accordo con la Croce Rossa – Sezione Salerno, inoltre, verranno distribuite coperte termiche e bevande calde ai senza fissa dimora, di concerto con le altre associazioni di volontariato che svolgono il servizio di unita’ di strada sul territorio. Sono attive altresì sul territorio comunale per i servizi di prima accoglienza diverse strutture gestite da o preti. Le Unità di Strada sono attive tutte le sere, dalle 20.00 alle 22.00, grazie a varie realtà non profit e del volontariato civile. Scattato anche il piano di emergenza della diocesana di Aversa per bisognosi e senza tetto: i locali della mensa del complesso di Sant’Agostino saranno aperti già dalle 16 di oggi a coloro che si trovano in gravi difficoltà e resteranno aperti per tutta la notte. Il salone della mensa sarà trasformato eccezionalmente in dormitorio.



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..