Auto del Comune per fini privati, assolto ex sindaco Caserta

SULLO STESSO ARGOMENTO

Era accusato di aver usato per motivi personali un’auto consegnata al Comune di Caserta da parte dell’azienda che nel capoluogo della Reggia gestisce il servizio di igiene ambientale. Ma per il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), Pio Del Gaudio, ex primo cittadino della citta’ nonche’ candidato alla Camera dei Deputati a Caserta per Forza Italia, e’ innocente e non avrebbe commesso nessuno dei fatti denunciati qualche anno fa dal consigliere comunale Luigi Cobianchi. Il collegio, presieduto da Meccariello, ha assolto Del Gaudio – difeso dall’avvocato Dezio Ferraro – con formula piena, “perche’ il fatto non sussiste”; le accuse contestate dalla sostituto della Procura di Santa Maria Capua Vetere, Mannu, erano di abuso d’ufficio e peculato; il pm, in sede di requisitoria, aveva chiesto una pena di un anno e sei mesi. E’ la seconda volta in poco piu’ di un anno che l’ex primo cittadino viene riconosciuto “non colpevole” al termine di un processo penale. Era accaduto il 26 gennaio di un anno fa, quando il Gip Di Napoli Egle Pilla prosciolse Del Gaudio dalle piu’ gravi accuse di corruzione e finanziamento illecito ai partiti con l’aggravante mafiosa, nell’ambito della indagine della Dda di Napoli sulle infiltrazioni e i condizionamenti del clan Zagaria negli appalti concessi da amministrazioni pubbliche; per questa inchiesta Del Gaudio fu anche arrestato nel luglio del 2015, ma poi fu la stessa Procura antimafia a chiederne il proscioglimento. Questa volta, invece, la decisione del giudice e’ arrivata al termine del dibattimento. Per la Procura di Santa Maria Capua Vetere Del Gaudio avrebbe commesso il reato di abuso d’ufficio in relazione alla consegna al Comune da parte dell’azienda Ecocar, che a Caserta gestisce il servizio di igiene ambientale, di una Lancia Delta; consegna prevista dal contratto di servizio firmato dalle due parti dopo che l’azienda si aggiudico’ nel 2013 l’appalto quinquennale per la raccolta dei rifiuti. Il veicolo peraltro fa ancora parte del parco auto dell’ente comunale. Altra accusa era quella di peculato per l’uso dell’auto, ritenuto dagli inquirenti non istituzionale; per il pm Del Gaudio l’avrebbe utilizzata per fini propri, in particolare per andare a Roma.




LEGGI ANCHE

Napoli, controlli nei locali della movida: trovati lavoratori in nero

Un'operazione congiunta dei carabinieri e del personale dell'Asl di Napoli ha portato alla luce violazioni gravi in una nota pizzeria di via Concordia. Durante i controlli, è emerso che ben 5 dipendenti lavoravano in nero, di cui uno irregolare sul territorio nazionale. Le violazioni amministrative contestate ammontano a circa 25mila euro, mentre sono stati sequestrati 40 chili di alimenti non tracciabili. Ulteriori controlli per il rispetto del codice della strada hanno evidenziato una situazione di indisciplina...

Caivano, in giro con droga e pistola: arrestate due sorelle un uomo della provincia di Caserta

I Carabinieri di Caivano hanno arrestato tre persone, due sorelle e un uomo, per detenzione e spaccio di droga, porto abusivo di armi e resistenza a pubblico ufficiale.L'arresto è avvenuto durante un controllo notturno. I militari hanno fermato una Renault Twingo con a bordo tre persone provenienti dalla provincia di Caserta: Giovanni Cestrone, 28enne di San Prisco, già noto alle forze dell'ordine, Anna Buonpane, 24enne di Santa Maria Capua Vetere, anch'essa con precedenti penali, e...

Salvatore Esposito presenta il “suo Piedone”: E’ stato un supereroe

Piedone: il ritorno del mito in una serie Sky Original. Salvatore Esposito veste i panni di Vincenzo Palmieri, erede spirituale del mitico commissario Rizzo interpretato da Bud Spencer. La serie, in quattro episodi da ottanta minuti, è diretta da Alessio Maria Federici e prodotta da Sky Studios, Wildside e Titanus.Le riprese sono in corso a Napoli e la serie andrà prossimamente su Sky e in streaming su NOW. Salvatore Esposito: "Bud Spencer è stato il primo...

Camorra a Caivano, il clan Ciccarelli contro i pentiti: “…Guappi di cartone”

Salvatore Ciccarelli fratello del boss su tik tok si scaglia contro Pasquale Cristiano e Mariano Alberto Vasapollo

Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE