Sparatoria ai Quartieri Spagnoli: il ferito potrebbe aver risposto al fuoco

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quartieri Spagnoli: sparatoria la notte scorsa. Un conflitto a fuoco violentissimo con una dozzina di colpi esplosi da due armi diverse.

E in quel conflitto nei vicoli dei Quartieri Spagnoli a fuoco è rimasto ferito Raffaele Vecci, 23 anni, pregiudicato, un curriculum criminale di tutto rispetto nonostante la sua giovane età : Un proiettile lo ha centrato all’addome. Il giovane è arrivato all’ospedale Vecchio Pellegrini, accompagnato da un amico che si è subito allontanato. Vecci ha dichiarato addirittura di non conoscerlo e di essere stato trasportato da una persona che si trovava lì per caso e lo ha visto sanguinante. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori la sparatoria sarebbe avvenuto in vico Luongo San Matteo proprio sotto l’abitazione di Vecci. ma quando gli esperti della scientifica sono arrivati sul posto non hanno trovato ne tracce ematiche ne bossoli. Eppure più di una persona ha sussurrato agli investigatori c’è c’è stato uno scontro a fuoco.

Probabilmente qualcuno prima dell’arrivo delle “guardie” ha fatto sparire i bossoli. Lo scontro sarebbe avvenuto tra  un gruppo degli Esposito ‘o pallino e i reduci dei Mariano leader storici degli affari criminali dei Quartieri Spagnoli. Il ferito comunque è stato sottoposto anche all’esame dello stube. Gli investigatori non eslcudono che possa essere stato proprio lui il vero obiettivo dell’agguato e che abbia anche risposto al fuoco. Vecci fu arrestato per la prima volta nel 2014 appena 18enne. Fu trovato in possesso un di un revolver calibro 6,35. Era un incensurato e il possesso di quel revolver Beretta di vecchissima fabbricazione, utilizzato durante la seconda guerra mondiale,  destò non poche perplessità. Gli investigatori naturalmente non credono alla sua versione dei fatti e stanno valutando le voci secondo le quali a fare fuoco sarebbe stato qualcuno che abita nei paraggi. Alcune persone tra cui il sospettato sono state interrogate e sottoposte all’esame dello stube. Gli investigatori temono che l’agguato dell’altra notte sia l’ennesima dimostrazione delle forti tensioni esistenti nei vicoli a ridosso di via Toledo.

 


Torna alla Home


Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

“Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE