Siena, speronano i carabinieri con auto rubata: presa coppia di napoletani

SULLO STESSO ARGOMENTO

Siena. A bordo di un’auto rubata speronano una vettura dei carabinieri: arrestati dopo un inseguimento a Poggibonsi due giovani della provincia di Napoli, con numerosi precedenti penali, in giro di notte con l’obiettivo di compiere furti e rapine. Ieri sera intorno alla mezzanotte i militari in servizio di controllo del territorio della Val d’Elsa, in particolare delle zone isolate e periferiche, hanno notato una Fiat Tipo bianca con due persone a bordo aggirarsi nella frazione di Bellavista. Dopo aver accertato che l’auto era stata rubata alcuni giorni prima a Napoli, i carabinieri hanno deciso di fermarla per identificare i passeggeri.

A questo punto, vistosi nel mirino dei carabinieri, il conducente dell’autoha iniziato una fuga che da Bellavista è terminata in via Santa Caterina a Poggibonsi, dove ad attenderli si era posizionata una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia Valdelsana, allo scopo di sbarrargli la strada ed evitare che la corsa proseguisse nel centro abitato. I due malviventi hanno speronato l’auto dei carabinieri terminando così la loro folle corsa. I due passeggeri, M.R., 23 anni, pregiudicato, e E.G., 17 anni, anche lei con precedenti penali, entrambi nati e residenti nella provincia di Napoli, sono stati arrestati: l’uomo è stato condotto nel carcere di Siena e la ragazza minorenne in una struttura protetta in Toscana. A bordo dell’auto rubata è stata rinvenuta una pistola scacciacani priva di tappo rosso, del tutto simile ad un’arma vera. Secondo gli investigatori, i due arrestati probabilmente avevano intenzione di compiere furti o rapine in Val d’Elsa.






LEGGI ANCHE

Stasera in Tv: la programmazione di questa sera , 20 febbraio 2024.

Ecco la programmazione tv, di questa sera, 20 febbraio 2024, sui principali canali italiani: Rai 1: alle 21:30 "Aline- La voce dell'amore" Rai 2: alle 21:20...

Prima casa: quali costi valutare quando si richiede un mutuo?

L'acquisto della prima casa rappresenta un traguardo significativo, in quanto segna un momento di grande cambiamento e l'inizio di un nuovo capitolo della propria vita....

Stupri a Caivano, il gip dispone il rito immediato per i 7 minorenni

Il gip del tribunale dei minorenni di Napoli, Umberto Lucarelli, ha accolto le richieste della procura e disposto il giudizio immediato per i 7...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE