Giornata di sangue sulle strade italiane: sei morti tra cui un bimbo di 4 anni

SULLO STESSO ARGOMENTO

Giornata di sangue sulle strade italiane: sei morti tra cui un bimbo di 4 anni. Un anziano travolto a Milano da un pirata della strada ubriaco e senza patente, due uomini uccisi nel Salernitano da uno scontro frontale in autostrada, un bimbo di 4 anni morto in un incidente nel Bresciano e due giovani morti in scooter a Catania. Continua ad allungarsi la scia di sangue sulle strade italiane, che nel solo 2017 ha contato 1.656 persone decedute. L’incidente che ha tolto la vita a Sandro Orlandi, milanese di 88 anni, e’ avvenuto ieri sera in via Michelino da Besozzo. Intorno alle 20, un 45enne incensurato ha investito l’anziano sbalzandolo per 22 metri sulla strada ed e’ poi fuggito dal luogo dell’impatto, senza prestare soccorso e andando a sbattere contro due veicoli fermi. L’uomo e’ stato rintracciato dagli agenti della Polizia locale di Milano e arrestato per omicidio stradale nella sua abitazione. Dagli esami preliminari effettuati, e’ emerso che il pirata della strada aveva un tasso di alcol nel sangue superiore ai limiti consentiti per la guida. L’uomo, che guidava con la patente sospesa e senza assicurazione, e’ stato denunciato dalla Polizia locale anche perche’ si e’ rifiutato di sottoporsi all’alcol test, tanto che e’ stato necessario disporre un prelievo ematico coattivo. L’auto con cui ha investito l’anziano (una Bmw visibilmente danneggiata dall’impatto) era ancora parcheggiata nel cortile di casa. Due uomini sono invece morti in uno scontro frontale avvenuto sulla corsia nord dell’A2, l’autostrada del Mediterraneo, nel tratto salernitano tra gli svincoli di Pontecagnano Nord e San Mango Piemonte, in direzione nord. A perdere la vita, un 25enne di Salerno che oggi avrebbe festeggiato il suo compleanno e un 68enne di Battipaglia. Le due autovetture si sono scontrate frontalmente: questo significa che una delle auto procedeva contromano. Due giovani di 22 e 19 anni che erano in sella a uno scooter hanno perso la vita la notte scorsa a Catania, nello storico rione San Cristoforo. Le cause dello schianto non sono ancora chiare. Infine, un bambino di quattro anni e’ morto in un incidente stradale avvenuto la scorsa notte a Pompegnino di Vobarno, in provincia di Brescia. Il bambino era a bordo dell’auto guidata dal padre, 30 anni, rimasto illeso. A bordo della vettura c’era anche la compagna ventenne dell’uomo che e’ rimasta ferita, ma non e’ in pericolo di vita. L’auto e’ uscita di strada all’ingresso di una galleria.


Torna alla Home


Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

“Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

Il successo di Napoli racing show con oltre 40mila presenze

Napoli Racing Show: oltre 40.000 presenze hanno gremito il lungomare Caracciolo per la prima edizione dello spettacolo motoristico che ha infiammato la città per tre giorni. Gare emozionanti, esibizioni spettacolari e un'atmosfera unica hanno reso l'evento un vero successo. Gianluca Miccio della Vomero Racing ha conquistato il trofeo assoluto al...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE