Napoli, sequestrata a Scampia auto trasformata in officina ambulante per rapine con armi e abbigliamento

Napoli. Armi micidiali e oggetti rubati rinvenuti a bordo...

Cava, Salvatore aveva chiesto di dormire l’ultima notte con sua moglie

SULLO STESSO ARGOMENTO

Cava de Tirreni.Salvatore Siani aveva promesso alla suocera che sarebbe andato via di casa, per questo le aveva chiesto di convincere la figlia a dormire nella stessa casa con lui per l’ultima notte. Richiesta questa che, alla luce di quanto accaduto, assume un diverso significato sul quale stanno lavorando gli inquirenti per la formulazione del capo di imputazione a carico dell’assassino. C’è da capire se quel gesto sia da interpretare come un omicidio volontario premeditato o no. Intanto oggi è il giorno della verità di Salvatore, quella che dovrà raccontare rispondendo alle domande del sostituto procuratore Roberto Lenza e ai carabinieri del tenente colonnello Francesco Mortari.
Salvatore, stando ai rilievi della Scientifica fatti nella casa dell’orrore nel quartiere Sant’Anna di Cava de Tirreni (ma si attende comunque l’esame autoptico) non ha solo ucciso la moglie che voleva lasciarlo a causa dei suoi comportamenti distaccati e violenti, ma l’ha massacrata di botte, di calci, le ha inferto almeno otto coltellate, le ha fracassato il cranio trascinandola per tutta la cucina, noncurante del fatto che quel corpo straziato potesse andare a sbattere contro gli spigoli dei mobili. E ha fatto tutto ciò davanti agli occhi del figlioletto di cinque anni e della suocera. È proprio il bambino che, con lucidità, ha raccontato tutto agli zii e alle persone a lui più care aiutando i carabinieri a ricostruire la dinamica. Una dinamica che lascia senza parole: Nunzia sarebbe stata aggredita alle spalle mentre preparava il latte al figlio di cinque anni che non era andato a scuola. Quello che resta da chiarire è il giallo della coltellata che ha ferito Salvatore in prossimità del polmone. Capire se si tratti di un tentativo di suicidio da parte dell’uomo dopo essersi accorto di ciò che aveva fatto oppure, come da lui raccontato e come in un primo momento sospettato, un tentativo disperato di Nunzia Maiorano di difendersi. E intanto in tanti a Cava de Tirreni continuano a chiedersi se una tragedia simile si poteva evitare.

PUBBLICITA

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE