Verifiche alle aziende calzaturiere: 9 indagati e sequestro beni

SULLO STESSO ARGOMENTO

Verifiche fiscali e controlli a tappeto su numerose aziende del settore delle calzature che perano in modo particolare nei comuni a Nord di Napoli confinante con la provincia di Caserta. Nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord – Sezione Criminalità Economica – militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Afragola hanno
dato esecuzione a tre distinti Decreti di Sequestro Preventivo, emessi dal GIP presso il Tribunale di Napoli Nord, nei confronti di 9 società, di cui 4 operanti nel settore della
compravendita di “pallets” e 5 nel settore della fabbricazione di calzature. Gli amministratori di tali aziende, con sede nei Comuni di Caivano (NA), Crispano (NA),
Frattamaggiore (NA), Grumo Nevano (NA), Melito di Napoli (NA), Napoli, Qualiano (NA), sono indagati per i delitti di emissione ed annotazione di fatture a fronte di operazioni
commerciali inesistenti. Le indagini, consistite in verifiche fiscali, nell’analisi dei flussi finanziari intercorsi sui conti correnti societari, nell’esecuzione di controlli incrociati presso i luoghi di esercizio di aziende operanti nel settore della fabbricazione di calzature, e nella parallela ricostruzione delle scritture contabili reperite, hanno consentito di individuare un’ingente evasione fiscale perpetrata nel quadriennio dal 2012 al 2015.
I provvedimenti sono finalizzati a cautelare somme di denaro, in contanti e sui conti correnti, beni mobili e immobili e partecipazioni finanziarie riconducibili alle aziende ed ai
rispettivi gestori, per un importo complessivo fino a concorrenza di euro 1.565.458,46. Tali misure restrittive reali si inseriscono nel quadro di una più ampia e articolata azione di
contrasto all’evasione fiscale e alle violazioni in materia delle leggi tributarie, posta in essere dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli Nord con l’ausilio della
Guardia di Finanza. L’operazione portata avanti negli ultimi giorni dagli esperti in materia di evasione fiscale e criminalità economica della Guardai di Finanza e solo l’ultimo tassello di una serie di verifiche contabili che si stanno effettuando sulle imprese.






LEGGI ANCHE

Scafati, sequestrati 2 milioni di prodotti per creare bijoux con tecnica “wire”

Nell'ambito di un'operazione mirata al contrasto del commercio di articoli non sicuri, la Guardia di Finanza di Salerno ha sequestrato circa 2 milioni di...

Quarto, schianto dopo la partita, muore arbitro di 22 anni

Fabio Buoninsegni, un arbitro di calcio di 22 anni, di Quarto è morto in seguito a un grave incidente stradale avvenuto dopo una partita...

Napoli, vede la polizia e cerca di inghiottire le dosi: arrestato a Porta Capuana

Durante i servizi predisposti dalla Polizia di Stato, i Falchi della Squadra Mobile hanno individuato un individuo che stava per cedere droga a due...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE