Baronissi, minacce di morte al consigliere comunale

SULLO STESSO ARGOMENTO

Minacce al consigliere di Baronissi, Alfonso Farina, ex assessore all’Ambiente e attualmente all’opposizione, con una lettera e un proiettile allegato. È la terza intimidazione a lui indirizzata. «Intorno a mezzogiorno racconta sono rientrato a casa; appoggiata sulla buca della posta, c’era questa busta chiusa». Una volta aperta il consigliere vi ha trovato una lettera con delle frasi minacciose: «Stai parlando ancora troppo non hai capito che devi tacere sui rifiuti». Un testo chiaramente intimidatorio, sottolineato ancor di più dalla presenza di un proiettile.
Farina si è recato dai carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Mario Murano, ed ha immediatamente sporto denuncia. La missiva giunta venerdì non è l’unica. La prima è arrivata il 22 luglio scorso. Quella volta era stata imbucata nella cassetta delle lettere e non c’era la presenza di proiettili, ma le minacce erano evidenti dal testo che citava «Ti devi fare i fatti tuoi sul Comune allora non hai capito». Anche in questo caso l’ episodio era stato denunciato ai militari che avevano avviato le indagini. «Proprio in virtù del lavoro che stavano svolgendo le forze dell’ordine spiega Farina ho ritenuto, allora, di non divulgare l’accaduto». Poi c’è stato un ulteriore episodio, dopo poco più di un mese dal precedente. Il 31 agosto, in piena notte, qualcuno ha lanciato un pallone (bucato) di cuoio sul balcone della sua abitazione al terzo piano. A far comprendere che non si trattasse di una ragazzata è stato il fatto che la stessa identica cosa fosse accaduta la notte precedente al fratello del consigliere che abita nello stesso appartamento. Anche su questo stanno indagando i carabinieri della compagnia di Mercato San Severino, agli ordini del maggiore Alessandro Cisternino. Farina ha, infatti, denunciato anche questo secondo episodio quando si è verificato.
La mattina del cinque gennaio la terza intimidazione con la lettera anonima ed il proiettile al suo interno. A questo punto l’ex assessore, dopo aver sporto denuncia, ha deciso che fosse arrivato il momento di rendere pubbliche le minacce che sta ricevendo. Provato e anche preoccupato per la sua famiglia, non intende subire ancora. A far quadrato l’intero gruppo consiliare di opposizione a cui fa riferimento Alfonso Farina. Solidarietà è stata espressa dai consiglieri Giovanni Moscatiello, Sabatino Ingino, Giovanni Landi e Antonio Ladalardo, i quali hanno chiesto la convocazione di un consiglio comunale straordinario sulla sicurezza. Anche il sindaco Gianfranco Valiante ha inviato un comunicato di solidarietà al collega Alfonso Farina. «Un episodio che ci sorprende. Siamo certi dice sia opera di un idiota» e conclude sostenendo che «un caso isolato di intimidazione personale ad un consigliere comunale, pur gravissimo, non deve creare facili ed esagerati allarmismi».
Non condivisa la minimizzazione del fatto da Moscatiello che, insieme agli altri consiglieri del suo gruppo, ribadisce la gravità degli accadimenti e auspica «la mobilitazione di tutte le forze democratiche della città e una particolare vigilanza sui procedimenti che riguardano i servizi dei rifiuti», ricordando che «eventi così gravi non si sono mai registrati nella storia recente di Baronissi».






LEGGI ANCHE

Al Teatro Area Nord in scena ‘Humana Vergogna’ della Compagnia Teatrale Petra

Il Teatro Area Nord ospiterà sabato 24 febbraio alle ore 19.00 e domenica 25 febbraio alle ore 18.00 lo spettacolo "Humana Vergogna" della Compagnia...

Voragine al Vomero, Fiorello sdrammatizza: “Da ‘Mare Fuori’ si è passati a ‘Terra Dentro’...

Al via una nuova puntata all’insegna del buonumore con il Mattin Show dei record. Davanti al glass del Foro Italico, il pubblico è arrivato...

Superenalotto, il jackpot sale a 64,8milioni di euro. Tutte le quote

Superenalotto, nessun 6 ne 5+ al concorso odierno mentre sono stati realizzati cinque 5 da 37mila euro. Il Jackpot è salito a 64,8 milioni...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE