Barelle al Cardarelli, Verdoliva: “Siamo in allerta rossa, colpa del picco influenzale”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Barelle al pronto soccorso dell’ospedale Cardarelli il direttore Ciro Verdoliva spiega: “Siamo ancora in grande sofferenza, abbiamo un numero di barelle importante, siamo in allerta rossa. Abbiamo oltre le 30-35 barelle ogni mattina. Arriviamo nel pomeriggio a governare il fenomeno anche se non riusciamo più ad azzerarle, siamo intorno alle 10-15 barelle. C’è un grande sforzo con le azioni che dinamicamente mettiamo in campo. La situazione tuttavia resta difficile dove il picco influenzale è protagonista ma non è la sola motivazione: ci sono ancora alcuni punti organizzativi che dobbiamo chiarire”.

Ciro Verdoliva ha rilasciato brevi dichiarazioni a margine della presentazione del docu-web sull’ospedale napoletano. “Circa il 60% di accessi al pronto soccorso sono impropri perchè si tratta di pazienti che nell’arco di 2-6 ore sono dimessi. Su 250 pazienti, quindi, oltre 140 vanno a casa e questo è un problema che si riversa sul personale, perchè è un surplus di lavoro di cui si potrebbe fare a meno”. Questa mattina, nella Sala Mediterraneo dell’Ospedale Cardarelli, è stato, infatti, presentato “In prima linea”, il docu-web che racconta la realtà del più grande ospedale del Mezzogiorno. Dieci gli episodi, ciascuno della durata di sei minuti, attraverso i quali si potrà osservare la quotidianità del Cardarelli, dei suoi reparti, dei suoi pazienti e di tutti quelli che lavorano al suo interno






LEGGI ANCHE

Pietramelara, urta scooter e causa lesioni al conducente: 57enne denunciato

Durante la serata del 19 febbraio, un 57enne di Pietramelara (Caserta) è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali stradali in seguito all'urto laterale...

Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE