La vide in televisione mentre lavorava, la cerca su Facebook ed inizia a perseguitarla su messenger. La vittima è una giovane giornalista di perseguitata da un 46enne che, per più di un anno, le ha mandato messaggi hard e resa protagonista dei suoi racconti erotici, creandole non pochi problemi. L’altro giorno l’uomo è stato condannato a due anni di reclusione ai domiciliari dove è già ristretto a seguito di una condanna ad un anno e otto mesi per detenzione di materiale pedo pornografico.
La giornalista, come riporta Il Mattino, dopo un po’ ha denunciato tutto alla che ha subito iniziato le indagini ed identificato la persona che si mostrava con un profilo falso. Gli agenti una volta sequestrato il suo hard disk hanno trovato molto di più: oltre ventimila tra foto e video che ritraevano bambini in pose erotiche oppure mentre facevano sesso. A rendere ancora più macarba la scoperta dei poliziotti è che, in alcuni video, i piccoli erano accompagnati talvolta anche da animali.

LEGGI ANCHE  Incontri sessuali con minori: un arresto a Gorizia, due denunce a Napoli e Padova
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

All’AvaNposto Numero Zero di Napoli, monologo di e con Francesco Arienzo

Notizia precedente

Gragnano, parenti a controllare i parenti: bufera sull’amministrazione per le nomine del Nucleo di Valutazione

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..