Camorra, il pentito al killer del tatuatore innocente: ‘Accusati il reato così eviti l’ergastolo’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Accusati il reato. Almeno accusati il reato e rimedia i danni”. Gennaro Notturno ’o sarracino, l’ultimo super-pentito della faida di Scampia, aveva suggerito a Vincenzo Russo ’o luongo accusato di essere il killer del tatuatore innocente di Casavatore, Gianluca Cimminiello ucciso il 2 febbraio del 2010 sull’uscio del suo negozio, di fare mea culpa in aula durante il processo di Appello e per cercare di evitare l’ergastolo. Condanna che puntualmente è arrivata visto che Russo non ascoltò il consiglio. La rivelazione, come riporta Il Roma, è contenuta nell’ultimo verbale disponibile di Notturno e datato 24 ottobre 2017. I due erano detenuti nel carcere di Secondigliano.
Ha raccontato a tal proposito Notturno: “Io gli faccio presente che poteva ammettere in aula il reato, accusandosi, in modo tale da ammortizzare un po’ la situazione.Lui (Russo, ndr) mi guardò… Rimase normale, diciamo. Non mi diede proprio una risposta, come a dire ‘lo faccio’. Il problema è che teneva una famiglia, i figli”. Il pm, sul punto incalza: “Ma doveva collaborare o doveva solo confessare l’omicidio?”. Notturno ha precisato: “Io gli feci prima capire, per esempio, di collaborare, ma in senso non specifico.
Non in modo diretto ma glielo feci comprendere. Dissi ‘ma tu tieni un figlio guaglione, ti vai a pigliare l’ergastolo? Vedi quello che devi fare. Lui mi disse ‘ma che devo fare?’. E io risposi ‘com’è, non lo sai che dobbiamo fare? Che ci dobbiamo fare l’ergastolo? Almeno rimedia i danni, accusati il reato e ti concedono le attenuanti”. Ma Russo non ascoltò ed è arrivata la condanna all’ergastolo anche in secondo grado.







LEGGI ANCHE

Traffico illegale di rifiuti tra Campania e Tunisia: scattano gli arresti

Un'operazione coordinata dalla Procura di Potenza ha portato alla scoperta di un traffico illegale di rifiuti speciali tra Campania e Tunisia. Circa 80 militari del gruppo Carabinieri per la tutela ambientale e la sicurezza energetica di Napoli, insieme al personale della Dia-Direzione investigativa antimafia, stanno attuando misure cautelari personali e patrimoniali nelle province di Napoli, Salerno, Potenza e Catanzaro. .

Boscotrecase, donna morta di malasanità in ospedale: Asl paga risarcimento di un milione di euro

L'ASL Napoli 3 Sud condannata per grave negligenza medica causante il decesso di una paziente a seguito di ricovero presso l'Ospedale di Boscotrecase

Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato a raggiungere i tuoi obiettivi. È il momento ideale per mettere in pratica le tue idee e per concentrarti sulle tue passioni. Toro: potresti sentirti un po' confuso riguardo alle tue priorità e ai tuoi obiettivi. È importante prenderti del tempo per riflettere e per capire cosa è veramente importante per te. Gemelli: oggi potresti essere...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE